Sport

XVII giornata dello Sport: “Lo sport a Crotone esiste e resiste”

Consegna simbolica, questa mattina, davanti al portone del Palazzo del Comune di Crotone di cinture di karate, guantoni, pettorine, di palloni di basket e pallavolo.

Gli atleti crotonesi, oggi senza strutture in cui allenarsi hanno voluto manifestare così il loro grande rammarico per un diritto negato.

Solo un anno fa Crotone veniva definita città dello sport, oggi, a distanza di un anno si scende in piazza per rivendicare il diritto delle giovani generazioni a praticare le loro discipline.

Erano in tanti, atleti, allenatori, presidenti di società sportive, insieme per celebrare la XVII giornata dello Sport ma soprattutto per rivendicare il diritto dei giovani a praticare lo sport anche nella città di Crotone.

Com’è risaputo PalaKrò, PalaMilone, Settore B e Piscina Olimpionica oggi sono chiusi e molti atleti sono nell’impossibilità di allenarsi.

A tale proposito, nel corso della manifestazione i giovani sportivi crotonesi, in virtù degli impegni che li attendono, hanno chiesto a gran voce la possibilità di veder ripartire lo sport.

La manifestazione, è stata organizzata dal Consorzio Momenti di Gloria