GERARDO SACCO STRISCIA
PULIVERDE
PULIVERDE

Il Volpone: Ore decisive…a Vele spiegate verso il candidato

Pubblicato il 29 marzo 2016 alle 18:48

Nomi, nomi e ancora nomi.
Tanti nomi e nessun programma.
Verri, Rizzo, Gualtieri, Ambrosio, Ciliberto, Napoli e poi ancora Verri.
Torna infatti in auge il nome del noto avvocato crotonese, presidente del Circolo Velico che in queste ore scioglierà le sue riserve.
Verri, come tutti ben sanno ha sempre detto di non essere disponibile a rivestire la carica di primo cittadino per via dei suoi numerosi impegni professionali ma si può sempre cambiare idea.
Crotone e il Pd vogliono una figura pulita che sappia infondere nei cittadini quell’ottimismo e quella fiducia nel futuro che nessuno ad oggi è in grado di infondere.
Quelle che Crotone sta vivendo sono ore decisive, decisive per la scelta del candidato che come detto dai vertici del Pd apparterrà alla società civile.
Mentre il Pd scioglie il nodo del candidato a sindaco ciò che realmente emerge è il fallimento della politica nella città di Pitagora.
Crotone va al voto e la politica ci arriva con le ossa rotte, a sinistra come a destra passando per il centro.
Mai come ora la società civile è chiamata a fare la propria parte.
Mai come ora chi crede nel cambiamento è chiamato a scendere in campo per evitare che il marcio continui a dilagare e a distruggere i sogni delle giovani generazioni costrette a fare le valige.
La figura del primo cittadino si sa è importante ma ciò che realmente conta è un’amministrazione e un consiglio formato da figure che siano appetibili per l’elettore.
Obbiettivo difficile da far comprendere a quanti hanno occupato per anni, sotto diverse sigle gli scranni del consiglio comunale della città pitagorica pronti a far scendere in campo qualora dovesse venir loro chiesto di mettersi da parte, figli, cugini, zie e anche nonne.
Non tenendo conto, perché offuscati da logiche egoistiche che è proprio lì che i cittadini vogliono il vero rinnovamento, gente nuova, capace e davvero desiderosa di dare alla città un futuro.
Per dirla in termini calcistici, Crotone ha bisogno di una squadra che sappia scendere in campo con le idee chiare, che sia un tutt’uno con il proprio mister che abbia come unico fine lo sviluppo attento della città.
Al tempo stesso ha bisogno di una minoranza che sappia contrastare l’avversario senza scendere a compromessi.
Insomma, il cambiamento vero è possibile e lo è solo se la parte buona di questa città ne prende consapevolezza, se decide di compiere il grande passo, rompendo gli indugi, mettendosi in gioco credendoci fermamente

CISL FASCIONE

wesud è aperto alla condivisione di materiale e di idee, la responsabilità civile e penale di manoscritti e immagini ricevute è da imputare esclusivamente agli autori. La redazione, pertanto, non è da considerarsi necessariamente in linea con gli stessi.

Redazione WeSud