Cronaca

Voleva togliersi la vita, lo salvano i carabinieri di Cutro

Una brutta storia si è conclusa con lieto fine grazie al provvidenziale intervento dei Carabinieri ieri sera a Steccato di Cutro, in provincia di Crotone. Avvisati da una telefonata, giunta intorno alle 21,00 del 24 settembre, i Carabinieri della Stazione di Cutro si sono recati a Steccato. A chiamare i militari una donna del posto, ma residente a Reggio Emilia. La donna avvisa i carabinieri che suo marito – quasi settantenne ed in via di separazione- , le aveva pochi minuti prima comunicato al telefono l’intenzione di suicidarsi. Una volta identificato, l’uomo e la zona in cui viveva, venivano convogliate sulla zona le pattuglie perlustrative. L’uomo nel frattempo, pochi minuti dopo, contattava i Carabinieri di Cutro, comunicando di “volersi buttare a mare e farla finita”. A quel punto il militare che era al telefono ha cercato, con esperienza e sangue freddo, di mantenere il più possibile l’uomo al telefono, conversando con lui e cercando, nel limite del possibile, di farlo desistere o quantomeno ritardare il compimento dell’insano gesto affinché  i colleghi potessero giungere sul posto in tempo per poterlo salvare. Per non interrompere la comunicazione con l’anziano, il quale tuttavia pochi istanti dopo chiudeva inopinatamente la telefonata il militare inviava un sms ai colleghi.  Arrivati in zona “Steccato”, i militari cominciavano a rastrellare freneticamente la spiaggia totalmente buia per diverse centinaia di metri, fino a quando riuscivano a scorgere una sagoma tra le onde del mare: senza pensarci un istante, i due militari – un maresciallo ed un carabiniere- si gettavano in acqua e riuscivano tra non poche difficoltà – vista la stazza del soggetto- ad afferrare l’uomo e trarlo in salvo portandolo a riva.\nImmediatamente allertati, giungevano quindi i medici del 118 che decidevano di ricoverare in ospedale l’uomo in stato di shock e di forte ipotermia ma non in pericolo di vita. I Carabinieri, zuppi d’acqua, facevano quindi rientro in Caserma nel buio e nel silenzio della notte, stanchi ma intimamente contenti per essere arrivati giusto in tempo per salvare una vita .