Cronaca

VIDEO | Strongoli (KR): “Non mi fermerò mai”, la mamma di Gabriele De Tursi chiede verità e giustizia

Sono trascorsi sette anni dalla scomparsa di Gabriele De Tursi. Da quel 5 giugno 2013 la madre, Anna Dattoli, continua a chiedere verità e giustizia.
“Non mi fermerò mai! Finché non avrò verità e giustizia” dice ai giornalisti, prima dell’inizio della messa nella chiesa di Santa Teresa D’Avila a Strongoli Marina.
A stringersi intorno ad Anna e Michele (genitori di Gabriele) i referenti di Libera, Giovanni e Francesca, genitori di Dodò Gabriele, il testimone di giustizia Rocco Mangiardi, parenti e amici.
Forti gli interventi di Don Massimo Sorrentino e Don Pasquale Aceto. I due sacerdoti che hanno celebrato la Santa Messa, da sempre sono vicini alla famiglia del giovane.
Se da una parte Don Massimo ha invitato chi sa a farsi avanti, anche in maniera anonima, dall’altra, Don Pasquale ha ricordato a tutti che ancora troppo poco si è fatto, Sono troppe le assenze intorno alla scomparsa di Gabriele, e tra le assenze pesano soprattutto quelle delle istituzioni e degli amici di Gabriele che da quel giorno si sono dissolti nel nulla.