Cultura & Spettacolo

VIDEO | Le rose benedette di Santa Rita nel 25° della nascita della chiesa a Crotone

A Crotone, la devozione per Santa Rita, come ogni anno, ha portato tantissimi fedeli presso la chiesa intitolata alla Santa 25 anni fa
Come da tradizione, alla celebrazione eucaristica è seguita l’attesa benedizione delle rose.
Questo fiore infatti è il simbolo per eccellenza della Santa, nel gennaio 1457, mentre era malata nella sua cella monastica di Cascia, chiese ad una cugina di portarle da Roccaporena una rosa della sua terra. La tradizione afferma che Dio esaudì questo desiderio e la parente di Rita poté raccogliere per lei una rosa sbocciata in inverno tra la neve.
Una vita di sofferenza e coraggio quella di Rita: da fidanzata, da moglie, da madre, da vedova, da mamma in lacrime per la morte dei figli, da monaca agostiniana.
Ed è alla sua vita, al bisogno che si registra oggi nelle famiglie che ha fatto riferimento nella sua omelia il parroco Don Tommaso Mazzei. Il sacerdote ha, infatti, invitato le mamme a vigilare sui figli, a prestare loro l’ascolto di cui necessitano in una società che mette al centro le futilità.
Al termine della celebrazione eucaristica la statua della santa è stata condotta in processione dai giovani, lungo le vie del territorio parrocchiale, accompagnata dai fuochi pirotecnici.
Diversi i momenti che hanno preceduto la festa di Santa Rita, momenti di preghiera e di riflessione che si concluderanno il prossimo 26 maggio con il musical a cura dei giovani e delle coppie della parrocchia “Una rosa per Rita”.