Cultura & Spettacolo

VIDEO | Giornata d’autunno FAI a Roccabernarda (KR): Il Monastero di San Francesco di Paola

Dopo l’enorme successo delle Giornate Fai di primavera, in concomitanza con la campagna Ricordiamoci di salvare l’Italia, attiva dal 1° al 31 ottobre, debuttano i luoghi aperti per celebrare l’autunno e le bellezze nostrane da salvaguardare.
La Giornata Fai di autunno 2017  ha visto in 185 città italiane, oltre 170 itinerari turistici, 600 luoghi aperti e migliaia di volontari che hanno accompagnato i visitatori verso le bellezze meno note d’Italia. In Calabria 5 suggestivi itinerari alla scoperta di Fuscaldo, Vibo Valentia, Cortale, Roccabernarda, Spezzano della Sila.
Gli studenti del Liceo Classico “D. Borrelli” insieme alla Delegazione FAI di Santa Severina hanno accolto i visitatori alla scoperta dell’area archeologica del convento dei Minimi di San Francesco di Paola  a Roccabernarda. La presenza degli studenti rientra nel progetto di Alternanza Scuola Lavoro “Apprendisti Ciceroni” del FAI, gli studenti hanno l’occasione di studiare un bene d’arte o natura del loro territorio e di fare da Ciceroni illustrandolo a un pubblico di adulti e di coetanei, sentendosi così direttamente coinvolti nella vita sociale, culturale ed economica della comunità e diventando esempio per altri giovani in uno scambio educativo tra pari.
Nel prepararsi a questo appuntamento gli studenti del Borrelli hanno avuto modo di incontrare esperti del settore come il responsabile per i beni culturali arch. Pasquale Lopetrone, ed esperti di storia e arte locale, alternando a lezioni in aula lezioni sul campo.
Il monastero di San Francesco da Paola di Roccabernarda risale al 1539, i dati archeologici hanno evidenziato, nella struttura della fabbrica del convento, la presenza di una fase bizantina, di una fase normanno-angioina e di una fase dell’età del viceregno. Il monumento è, quindi, un vero e proprio luogo della memoria, che si riconnette attraverso i suoi vari sviluppi edilizi a tutti i mutamenti storici del marchesato di cui rappresenta uno dei monumenti più importanti. La struttura francescana rimasta chiusa dal 1.832 è stata riaperta al pubblico, dopo ben 183 anni, il 21 Settembre del 2014 dopo un importante intervento di restauro.
L’antico convento è situato fuori dal centro abitato, su una collina inserita nell’area SIC (Sito di Interesse Comunitario).
I numerosi visitatori hanno potuto raggiungere questo luogo meraviglioso grazie al servizio navetta organizzato per l’occasione.