Cronaca

VIDEO | Crotone, sorpreso con una calibro 22 dopo aver rubato due telefoni all’ex compagna: arrestato 58enne

Gli uomini della Squadra Volanti della Questura di Crotone hanno tratto in arresto, a Papanice il 58enne Antonio Del Poggetto, con l’accusa di detenzione illegale di arma da fuoco.

L’uomo è stato sorpreso, fuori della sua abitazione con indosso un borsello al cui interno vi era una pistola calibro 22, con sette colpi di cui uno in canna.

Agli agenti il 58enne ha dichiarato di essere in procinto di recarsi dalla sua ex compagna per restituire due telefoni cellulari.

L’arresto di Del Poggetto è stato reso noto nel corso di una conferenza stampa indetta dal Dirigente della Squadra Volanti della Questura di Crotone, Francesco Cecere.

“Tutto – ha sostenuto Cecere – è partito dalla telefonata di una donna al 113 che denunciava il furto di due cellulari avvenuto nella mattinata di martedì 25 febbraio 2020”.

Una volta giunti sul posto, agli agenti la donna ha rivelato di avere il sospetto che a rubare i due telefoni fosse stato il suo ex compagno, con cui aveva da poco concluso una relazione durata cinque anni. La donna, ha inoltre raccontato di aver subito nel corso della sua relazione maltrattamenti da parte dell’ex compagno, maltrattamenti mai mai denunciati.
Accompagnata in Questura alla donna è stato chiesto di raccontare meglio i maltrattamenti subiti. “Raccolta la denuncia – ha sostenuto Cecere in corso di conferenza stampa – abbiamo deciso di effettuare una perquisizione d’iniziativa, all’interno dell’abitazione dell’ex compagno, Antonio Del Poggetto, classe 1962, per verificare se effettivamente ci fossero i due cellulari sottratti la mattina del 25 febbraio.

Giunti sul posto l’uomo era intento a uscire di casa, e ha dichiarato agli agenti di essere in . procinto di recarsi dall’ex compagna per restituire i due telefoni. Sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso della calibro 22. A giustificazione del ritrovamento dell’arma l’uomo ha sostenuto di averla con se per difendersi da terze persone.

“Abbiamo interrotto un incontro tra i due – ha sostenuto Cecere – con il rischio che ne consegue con la detenzione di armi illegale da parte di Del Poggetto”

Da qui l’arresto con l’accusa di detenzione illegale di arma da fuoco e denunciato all’Autorità Giudiziaria per maltrattamenti, furto e ricettazione.

Le indagini proseguono a seguito della denuncia per maltrattamenti.