Sport

VIDEO| Crotone: “Liberi di giocare”, tutti in campo nel ricordo di Dodò

Si è svolto sui campetti di Macrillò in località Margherita, per il decimo anno consecutivo, il torneo Liberi di giocare organizzato dal coordinamento di Crotone di “LIBERA” e dalla FIGC-LND di Crotone, in collaborazione con l’Associazione “Dodò Gabriele”.
Dieci anni dopo, l’attentato di mafia che costò la vita all’undicenne Domenico Gabriele, sui campetti di Macrillo in località margherita a Crotone si continua ad affermare il diritto alla spensieratezza, al divertimento e alla gioia di vivere , attraverso il torneo Liberi di giocare perché: Non si può e non si deve dimenticare! In occasione dei dieci anni il torneo si è arricchito di un’amichevole che ha visto in campo giornalisti, avvocati, i ragazzi degli sprar e i referenti dei presidi che in Italia portano il nome di Dodo. Una presenza importante quella di
Giovanni Esposito, referente Presidio Campi Bisenzio (FI) dedicato a “Domenico ‘Dodò’ Gabriele e Giuseppe Letizia”; della professoressa Anna Del Donno referente del presidio scolastico di Libera Sant’Angelo a Sasso e di Mara Niero del Presidio di Libera Miranese. Così, come importante è sempre la presenza dei familiari delle vittime di mafia.
E per non dimenticare che i bambini devono sempre essere liberi di giocare il coordinamento di Libera Crotone ha inteso scoprire una targa a ricordo affinché sia chiaro a tutti che un campetto di calcio è il posto giusto in cui giocare.
Il torneo, abilmente organizzato da Pino Talarico, delegato provinciale della lega Nazionale Dilettanti, sul piano puramente calcistico ha visto in campo primeggiare la Segato Viola Reggio Calabria che si è aggiudicata quest’edizione del torneo, seguita dall’Fc Crotone Calcio, lo Sporting Corigliano, le Pantere Nere di Catanzaro, la Vibonese calcio e la PopilBianco Cosenza.