TRONY STRISCIA
METAL CARPENTERIA
cai service

VIDEO | Crotone: Gemellaggio tra Capocolonna e Cezstochowa nel segno di Michele Affidato

Pubblicato il 19 maggio 2017 alle 19:17 - di Redazione

Capocolonna e Cezstochowa unite nel nome di Maria.
E’ stato infatti sottoscritto, nel corso di una solenne concelebrazione presieduta da mons. Domenico Graziani, arcivescovo di Crotone Santa Severina mons. Luigi Antonio Cantafora, arcivescovo di Lamezia Terme, il reggente del Tribunale della Penitenzieria Apostolica mons Krzysztof Nykiel, i responsabili del Santuario di Czestochowa il gemellaggio tra i Santuari della Madonna di Capocolonna e quello di Czestochowa.
Una celebrazione molto partecipata che ha fatto registrare tra gli altri la presenza del Procuratore della Repubblica Nicola Gratteri, il Generale  Vincenzo Paticchio, comandante della Legione Carabinieri Calabria, il Capo di Stato Maggiore colonnello Francesco Iacono, e il sottosegretario alla cultura e turismo Dorina Bianchi, il Prefetto di Crotone Vincenzo De Vivo e le autorità locali.
Al termine della celebrazione sono stati consegnati ai Padri Paolini di Czestochowa i nuovi diademi, realizzati per l’effigie della Madonna polacca dal maestro orafo crotonese Michele Affidato, in occasione del 300° anniversario della sua prima incoronazione. Un lavoro quello realizzato da Michele Affidato che è motivo d’orgolio non solo per l’artista ma per l’intera comunità calabrese e crotonese.
I diademi realizzati dall’orafo crotonese, impreziosiranno la Beata Vergine di Czestochowa , la Madonna tanto amata da Papa Giovanni Paolo II°, oggi Beato.
Un momento di gioia, condivisione e fratellanza in vista del pellegrinaggio che la comunità dei fedeli crotonesi si appresta a compiere, nella consapevolezza che il rapporto con la madre è un rapporto basato sull’amore.

 

AURUM FASCIONE

Condividi:

wesud è aperto alla condivisione di materiale e di idee, la responsabilità civile e penale di manoscritti e immagini ricevute è da imputare esclusivamente agli autori. La redazione, pertanto, non è da considerarsi necessariamente in linea con gli stessi.

Redazione