Cultura & Spettacolo

VIDEO | Coronavirus, Crotone: la formazione musicale “Adiemus Ensamble” in campo per il San Giovanni di Dio

Tredici giovani Maestri di musica della Provincia di Crotone, nel pieno dell’emergenza sanitaria, hanno deciso di utilizzare la propria musica per raccogliere fondi destinati al San Giovanni di Dio di Crotone impegnato nel fronteggiare l’emergenza sanitaria legata al Covid 19.

L’idea del gruppo musicale “Adiemus Ensamble”, è quella di fardiventare virale il video musicale in cui eseguono l’opera “Palladio” di Karl Jenkis e nel quale sono contenute le coordinate bancarie dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Crotone, affinché si possano raccogliere più fondi possibile per la struttura sanitaria pitagorica.

Il nome del gruppo, trae spunto dal desiderio di promuovere un vero e proprio viaggio nella musica dalle sue origini fino ai giorni nostri.
Il repertorio proposto, progettato e arrangiato appositamente su organico (fiati e percussioni), ripercorre i grandi musicisti (Verdi, Rossini, Bellini, Bizet, Wagner, Puccini ecc.), attraverso le arie d’opera e ouverture più famose, senza tralasciare le colonne sonore che hanno segnato la storia del Cinema (Morricone, Zimmer, Horner, Williams, Piovani ecc.).

La formazione Adiemus Ensamble è così composta:

– Damiano Morise (Ciró Marina) direttore ed Arrangiatore
– Giuseppe Iovine (Casabona) primo clarinetto e direttore artistico
– Francesco Novello (Casabona) secondo clarinetto
– Daniele Lorenti (Crotone) terzo clarinetto
– Claudio Comito (Isola di C.Rizzuto) primo flauto
– Aldo Bruno (Ciró Marina) saxofono alto
– Nicodemo Giorno (Ciró) saxofono tenore
– Antonio Tucci (Casabona) corno
– Francesco Drago (Melissa) Tromba
– Danilo Mascaro (Casabona) trombone
– Giuseppe Pagliuso (Belvedere Spinello) Tuba
– Pascal Mascaro (Casabona) pianoforte
– Antonio Bastone (Carfizzi) percussioni

“Apparteniamo tutti al territorio crotonese, sostiene Damiano Morise, noi facciamo musica, molti di noi sono insegnanti, e se è vero che la musica unisce e fa da cornice alla nostra società, quale momento migliore se non questo per rendersi utili? Utili a questa raccolta e dimostrare che uniti si può!”.