Cronaca

VIDEO | Bonifica: La Regione Calabria chiede chiarezza e trasparenza



Sono davvero tanti i punti interrogativi che ruotano intorno alla bonifica del sito industriale crotonese.
La Regione Calabria ha lavorato alla redazione ed all’approvazione del nuovo piano dei rifiuti che ha come obiettivo le discariche zero attraverso la riduzione dei volumi dei rifiuti nonché attraverso il loro riutilizzo.
L’Assessoreregionale all’Ambiente Antonella Rizzo continua a ribadire che per quanto riguarda la bonifica di Crotone tale principio deve essere applicato in linea con quanto previsto dal Decreto Ministeriale 471 del ’99 che disciplina la limitazione del trasporto dei rifiuti e l’ottimizzazione del loro riuso”. “In un’area come quella di Crotone ,sostiene l’assessore Rizzo,  bisogna tener conto necessariamente degli elevati livelli d’inquinamento esistenti e dell’ulteriore impatto ambientale dovuto all’impianto di Ponticelli nonché alle altre discariche presenti sul territorio. Al tavolo ministeriale dello scorso 11 gennaio è stato infatti sancito definitivamente sancito in maniera inequivocabile il superamento della discarica di Giammiglione da tutti gli enti presenti: Ministero, Prefettura, Ispra, Regione Calabria, Provincia di Crotone,Comune di Crotone, Arpacal, Inail Autorità di Bacino ed Asp”. L’Assessore Rizzo,evidenzia la necessità che la bonifica di Crotone venga attuata nel pieno rispetto della sicurezza dei cittadini crotonesi e nel rispetto delle normative vigenti, senza alcun tipo di scappatoia per nessuno.
A tal proposito ha chiesto a Syndial di illustrare tutte le tecniche e le metodologie per arrivare a concretizzare gli obiettivi che, sostanzialmente, sono: rischio zero, restituzione al territorio delle aree del sito Sin e loro riutilizzo.