Cronaca

VIDEO | Alla Casa Circondariale di Crotone la V edizione de “La partita con papà”

Anche alla Casa circondariale di Crotone, come in molti istituti penitenziari italiani, si è giocata la partita di calcio dei papà detenuti sotto lo sguardo attento dei propri figli.

A vincere, sul manto erboso del campetto della Casa circondariale di Crotone, anche in questa quinta edizione, i buoni sentimenti.

La partita nasce infatti per richiamare l’attenzione sul diritto dei detenuti alla genitorialità ed al mantenimento del legame affettivo con i figli.

Organizzata da Bambinisenzasbarre Onlus in collaborazione con il Ministero di Giustizia- Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria, la partita a Crotone ha visto il contributo dei volontari penitenziari del CRIVOP Italia, Inner Weel, Fc Crotone, FIGC e Aia.

La partita nasce per abbattere i pregiudizi di cui spesso sono vittime i bambini, che vivono il dramma di avere un papà dietro le sbarre, ma soprattutto nasce con l’intento di non farli sentire soli nel giocare la partita della vita.

Una splendida manifestazione sportiva che ha consentito di vivere un momento normalità e vicinanza soprattutto in prossimità del Natale.

La direttrice della casa Circondariale Caterina Arrotta , il Comandante della Polizia penitenziaria Manon Giannelli e la dottoressa Giusy Biscuso nell’incontrare i giornalisti hanno sottolineato l’importanza dell’evento e ringraziato quanti lo hanno reso possibile.