Cronaca

VIDEO | Aeroporto Sant’Anna: il Comitato cittadino presenta un dossier sulla gestione di Sacal

Il Comitato cittadino aeroporto Crotone ha indetto nella tarda mattinata di oggi una conferenza stampa per presentare un “dossier” che analizza, attraverso gli atti pubblicati da Sacal il mancato interesse allo sviluppo dello scalo pitagorico.

Un aeroporto per i componenti del Comitato cittadino che non decolla così come si era auspicato al riavvio dei voli.

“La gestione Sacal – ha sostenuto Giuseppe Martino – si sta riducendo in semplici atti di finalizzati al puro mantenimento dello scalo fino alla dimostrazione che lo stesso non sia economicamente sostenibile neppure come scalo stagionale”.

“Nessuno controlla controlla Sacal e la sua gestione sullo scalo pitagorico” ha sostenuto ancora Martino nell’elencare le innumerevoli segnalazioni che il comitato riceve quotidianamente dall’utenza in arrivo e in partenza.

“Anche solo acquistare una semplice bottiglietta d’acqua crea non pochi disagi ai passeggeri” – ha sottolineato ancora Martino nel sostenere che la situazione diventa sempre più critica.

Essere entrati a far parte della rete dei piccoli aeroporti, che vede insieme Taranto, Crotone, Trapani, Reggio Calabria e Messina – è la nota positiva in virtù del silenzio e dell’immobilismo che il comitato registra intorno allo sviluppo dello scalo crotonese.

“La rete ha sottolineato Martino consente di lavorare uniti nell’obiettivo comune di agevolare i procedimenti per la valorizzazione di quelle infrastrutture essenziali per la garanzia del diritto alla mobilità e degli altri diritti fondamentali che da esso derivano, quali sanità, studio, occupazione”.

Del disinteresse della politica nei confronti del territorio crotonese ha parlato Franco Turano, ribadendo la volontà di manifestare anche nella Capitale se fosse necessario qual ora il Ministro Toninelli non risponda alla loro richiesta di incontro.