Cultura & Spettacolo

Verzino (KR): successo per la seconda edizione della rievocazione storica “Nicolò Cortese Duca dei Duchi di Verzino”

Si è svolta nella cittadella di Verzino la seconda edizione dell’evento storico: “Nicolò Cortese Duca dei Duchi di Verzino”. Una rievocazione in costumi d’epoca che ha visto coinvolta la cittadinanza la quale, come lo scorso anno, ha partecipato anche adornando con coperte variopinte le strade del percorso rievocativo. Presente il Sindaco Pino Cozza e l’amministrazione comunale al completo. Il corteo storico è partito dal maestoso Palazzo Ducale, un vero gioiello architettonico fatto costruire dalla famiglia Cortese, ha percorso le vie dell’antico borgo con tre tappe fondamentali: Palazzo Ducale, Sperone, Chiesa Madre con altrettanti momenti e recitazioni rievocative che hanno ricordato fatti e vicende del tempo in cui ha vissuto la nobile famiglia Cortese. La cittadella di Verzino, che anticamente sorgeva sullo sperone tufaceo della zona detta appunto “lo Sperone”, dopo i due disastrosi terremoti del 1638 e del 1659 che l’hanno completamente distrutta viene venduta – unitamente al suo territorio che comprendeva anche il borgo di Savelli – dal principe Carlo Antonio Spinelli di Cariati per la somma di cinquantamila ducati al barone Leonardo Cortese. L’ambizioso barone costruisce la sua prima dimora nel quartiere S. Basile – anticamente sede dei monaci basiliani – poi si sposta più a valle dove inizia la costruzione del poderoso palazzo completato dal figlio Nicolò Cortese elevato dal Re di Napoli a Duca. Contemporaneamente il vescovo di Cariati, Gerolamo Barzellino, fa ricostruire a sue spese, un po’ più a valle rispetto all’antico sito, la chiesa Madre. Questa bella architettura a tre navate con arcate in pietra tufacea proveniente dalla “cava dello Sperone” è stata costruita dalle maestranze della scuola di Rogliano come chiariscono alcuni documenti ed i tre portali di cui quello centrale porta inciso un cartiglio dedicatorio.
La rievocazione storica patrocinata dall’amministrazione comunale con testi ed illustrazioni esplicative di Eduardo Bruno è stata realizzata dal Centro Studi Normanno-Svevi che ha fornito anche i costumi d’epoca e supportata nel suo svolgimento dalla proloco di Verzino.