Attualità

Vent’anni dopo l’alluvione a Crotone: Fondo Gesù, un quartiere che non dimentica

Celebrata anche quest’anno nella chiesa del SS Salvatore nel quartiere Fondo Gesù una santa messa a suffragio delle sei vittime.
Una messa per non dimenticare a cui ha fatto seguito il lancio di una corona dall’alloro nelle acque dell’Esaro.
Fondo Gesù, un quartiere che non dimentica e non può dimenticare poiché di quell’alluvione porta intatti ancora i segni, come ricordato da Don Girolamo Ronzoni nella sua omelia.
Alla cerimonia eucaristica celebrata dal parroco della chiesa del SS.mo Salvatore hanno partecipato il vice sindaco Antonella Cosentino, il prefetto Vincenzo De Vivo e Pietro Pupa, fratello di Paolo una delle sei vittime dell’alluvione di cui oggi ricorre il ventennale.
Nella sua omelia don Girolamo ha parlato di quei giorni terribili e del fatto che il quartiere fu devastato dalla furia delle acque.
Don Girolamo ha ricordato le sei vittime rinnovando la vicinanza della gente alle famiglie perché il tempo non lenisce il dolore.
Il parroco di Fondo Gesù ha anche lanciato un appello alle istituzioni chiedendo vicinanza alla gente del quartiere.
Appello raccolto dalla vice sindaco Antonella Cosentino che ha rinnovato l’impegno dell’amministrazione Pugliese per i quartieri della città per i quali si è costantemente al lavoro per fare in modo che gli stessi si sentano non più periferia e per elevarne i livelli di vivibilità.
Alla celebrazione eucaristica ha fatto seguito il lancio della corona dall’alloro nelle acque del fiume Esaro.