Cronaca

“Vengo come testimone di speranza”: Monsignor Angelo Raffaele Panzetta ordinato Arcivescovo di Crotone-Santa Severina

“Vengo come testimone di speranza. È un tempo difficile per la mia Taranto e anche per la Calabria, per la nostra gente. Vengo a portare passione positiva per il futuro”, queste le prime parole al popolo crotonese di Mons. Angelo Raffaele Panzetta, dai microfoni di Tele Dehon che ha trasmesso in diretta, per 3 ore e mezza l’ordinazione episcopale, svoltasi nel Palazzetto dello Sport ” Carol Wojtyla” di Martina Franca.

Il 27 dicembre 2019 è sicuramente una giornata storica per la Chiesa tarantina e per quella crotonese che accoglie come una grazia il nuovo arcivescovo, in tanti infatti si sono recati in terra di Puglia per prendere parte all’ordinazione.

La celebrazione è stata presieduta da Mons. Filippo Santoro, Arcivescovo Metropolita di Taranto, Mons. Benigno Luigi Papa, Arcivescovo emerito di Taranto e Mons. Domenico Graziani.

Nella sua riflessione orante, come ha inteso definirla lo stesso Mons. Angelo Raffaele Panzetta, il nuovo arcivescovo ha inteso lodare il “Signore per la Chiesa di Crotone-Santa Severina, alla quale mi invii come Pastore. Ti ringrazio Signore per tutta la comunità diocesana che mi hai affidato”.

Consapevole delle difficoltà che lo attendono, Monsignor Panzetta si è detto “certo di poter contare sulla collaborazione leale di un presbiterio consistente, generoso e qualificato. E se un popolo che si caratterizza per quella bellezza spirituale che risiede una vita nella fede, nella carità e nella speranza nonostante le difficoltà sciali sembrano talvolta insormontabili
Ho avvertito, in quanti mi hanno contattato, in occasione della mia nomina, un senso della fede che porta a riconoscere nella nomina del nuovo vescovo un evento di grazia, dono di Dio per la Chiesa e per i crotonesi”.

“Io – ha proseguito Monsignor Panzetta – verrò nella nostra diocesi, cercherò di essere un vescovo dono, cercherò di esserlo con tenacia, senza risparmio. Sono stato un prete felice e vorrei essere un vescovo felice, per poter portare ovunque la gioia del Vangelo” .

Va inoltre sottolineato che la diocesi di Crotone – Santa Severina è composta da 33 comuni, 82 parrocchie, 195 mila abitanti.

L’ingresso in diocesi del nuovo Arcivescovo avrà luogo domenica 5 gennaio 2020 al “Palamilone” con il seguente programma:

Ore 12.00 S.E. Mons. Angelo Raffaele Panzetta entra nel territorio della diocesi a Torretta di
Crucoli saluta i fedeli riuniti nella chiesa parrocchiale per la celebrazione domenicale.

ore 14.30-15.30: i fedeli provenienti dalle parrocchie dell’arcidiocesi, attenendosi alle
indicazioni fornite per il parcheggio dei pullman, raggiungono il Palamilone e prendono
posto nella struttura seguendo le procedure previste.
Coloro che arrivano sprovvisti di pass possono seguire la liturgia presso le strutture della
parrocchia di S. Rita (chiesa e sala convegni “S. Agostino”.)

ore 15.15 S.E. Mons. Angelo Raffaele Panzetta, accompagnato da fedeli di Taranto, arriva in
piazza Duomo accolto dal collegio dei consultori, dal capitolo cattedrale, dalle istituzioni e
da una rappresentanza di fedeli. In cattedrale il nuovo arcivescovo affiderà alla Madonna di
Capocolonna il suo ministero episcopale.

ore 16.30 arrivo dell’arcivescovo al Palamilone accolto dall’amministratore apostolico, a seguire inizio della solenne liturgia di presa di possesso.