Cultura & Spettacolo

Un concerto per pianoforte a quattro mani e orchestra apre il festival “L’Hera della Magna Grecia”

Ha preso il via la V edizione del Festival Pianistico “Pitagora” nella stagione de la “ Magna Grecia” 2 Edizione organizzato dalla Società Beethoven Acam di Crotone.
Nella splendida cornice della Basilica Cattedrale di Crotone, domenica 28 aprile è svolto il concerto per pianoforte a 4 mani e orchestra con l’esecuzione di compositori del ‘700
Un inedito per Crotone, che, se non erriamo, è la prima volta che viene eseguito un concerto per Pianoforte a 4 mani e orchestra.
Non sono veramente tanti gli autori che hanno scritto per questa formazione.
Il programma si è aperto con il concerto in SIB Maggiore di Kozeluh , compositore e pianista Cecoslovacco, che nel concerto ha trasfuso lo stile classico senza particolari novità strutturali, sia nella forma che nel contenuto
Brillante e superlativa l’esecuzione dei pianisti Rodolfo Rubino e Tatiana Malguina che hanno reso l’esecuzione con una brillantezza e nitidezza quanto mai chiara e suggestiva.
Subito dopo l’orchestra ha eseguito l’Ouverture da Efigenia in Aulide di W. Gluk.
Una ouverture che è già l’emblema e la sintesi dell’intera opera di Gluk
Una esecuzione, quella dell’orchestra, incisiva e pregnante nella rievocazione storica della tragedia di Euripide. Sonorità calde e ricche di una grande coerenza armonica, che l’orchestra ha sottolineato con una qualità del suono veramente molto bella
Nella seconda parte del concerto l’Opera 153 di Czerny, sempre per pianoforte a 4 mani e orchestra
Musicista e pianista completo, che seppe essere, sia il grande virtuoso, sia il superbo didatta
L’opera 153 possiamo definirla una vera sintesi tecnico espressiva dell’intera produzione di questo grande virtuoso
Opera difficilissima per l’esecuzione che gli artisti Rubino – Malguina hanno saputo veramente, in un dialogo serrato con l’orchestra, cogliere il meglio in una esecuzione superba, e trasferirlo ad un uditorio numerosissimo, attento e partecipe di un vero evento culturale
Una serata all’insegna dei grandi avvenimenti che, all’interno della Basilica Cattedrale, gentilmente concessa dal Rettore Don Serafino Parise, ha trovato l’humus ideale per la realizzazione di un festival che lentamente si sta imponendo nel panorama pianistico Internazionale
Possiamo certamente affermare che la Beethoven, ancora una volta, sta dimostrando, attraverso le sue realizzazioni, di voler portare all’attenzione del mondo artistico, Coreutico e Musicale in particolare, la città di Crotone fra quelle più importanti del panorama Internazionale
Il pubblico crotonese e non, come dicevamo, numerosissimo ha saputo degnamente rendere omaggio ai solisti e all’orchestra ,sia per la scelta del programma sia per la particolarità delle esecuzioni
Mercoledì, 01 Maggio – rende noto Mariarosa Romano – il Festival proseguirà con il recital della pianista Spagnola Ines Filipe sempre nella Basilica Cattedrale alle ore 19,30.