Sport

Trasferta impegnativa per la Pallamano Crotone sul campo della capolista Noci

Impegno proibitivo per la Pallamano Crotone che sabato pomeriggio farà visita alla capolista Noci. Trasferta ai limiti dell’impossibile per i rossoblù che in ogni caso venderanno cara la pelle e faranno di tutto per interrompere la striscia positiva della formazione pugliese che fino ad ora ha ottenuto solo vittorie. Un girone d’andata perfetto quello del Noci che lo ha chiuso senza conoscere l’onta della sconfitta, ma neanche la mezza del delusione del pareggio. All’andata i pitagorici ci sono andati vicino, hanno sfiorato l’impresa costringendo la capolista a dare il massimo per vincere con appena tre gol di scarto. In casa però il Noci è ancora più temibile, sabato vorrà dimostrare che quella del Palakrò di qualche settimana fa è stata una partita storta, avrà tutte le intenzioni di dimostrare la sua superiorità.

Dall’altra parte la piccola Pallamano Crotone va in cerca dell’ennesima soddisfazione della stagione, di ottenere fuori casa un altro risultato di prestigio consapevole, che non è certo questa la partita dell’impresa.

Come iniziato la scorsa settimana a Terranova da Sibari e come ampiamente annunciato dalla società in sede di presentazione della stagione, i più anziani del gruppo, i veterani, piano piano lasceranno spazio ai giocatori della Under 17 che adesso devono sfruttare il loro momento. È iniziato il processo del ricambio generazionale, sarà lento a graduale, ma da adesso in poi i giovanissimi in prima squadra ed in campo saranno sempre di più, avranno sempre più minuti a disposizione per conquistarsi un posto in pianta stabile in prima squadra.

Il tecnico Antonio Cusato come sempre prepara con scrupolo la partita anche se onestamente c’è poco da opporre ad una squadra che ha dimostrato di essere completa in ogni fondamentale e matura per il salto di categoria. Le partite però, prima di essere vinte o perse, vanno giocate e la Pallamano Crotone scenderà in campo per dare fastidio agli avversari, ci è riuscita già in un’occasione, perché non riprovarci?