Benessere

Torna il FisioDay

Dal 7 all’11 settembre torna, per il quinto anno, la campagna dell’Associazione Italiana Fisioterapisti. Una settimana di informazioni che si concluderà il 12 settembre con il FisioDay, l’apertura straordinaria degli studi fisioterapici per consulti gratuiti. In questa settimana di informazione e consigli vi sarà anche la possibilità di trovare il fisioterapista ‘vero’ più vicino a casa. Tutte le info saranno disponibili sul sito aifi.net oppure al numero verde gratuito 800.03.60.77 (attivo dal 7 all’11 settembre dalle 15 alle 17,30). I fisioterapisti abusivi in Italia sono 100 mila, il doppio di quelli veri (50 mila). Un vero dramma non solo per chi svolge con competenza il proprio lavoro, ma anche per i pazienti, che si trovano, spesso in buona fede, nelle mani di persone non competenti che possono peggiorare le loro già precarie condizioni di salute. I cinque consigli fondamentali per evitare brutte sorprese sul lettino degli operatori abusivi sono questi: 1.Verificare il titolo di studio, attualmente la professione può essere esercitata da chi è in possesso della Laurea in Fisioterapia o titoli ad essa equipollenti o equivalenti con decreto del Ministero della Salute. 2.Verificare che il titolo di studio sia stato rilasciato in Italia e, in caso di titolo estero, che abbia ottenuto il riconoscimento dal Ministero della Salute; 3.Verificare l’eventuale iscrizione ad Aifi (l’Associazione dei Fisioterapisti rappresentativa per decreto ministeriale): anche se non è obbligatoria costituisce un ulteriore elemento di conferma che siamo difronte ad un fisioterapista qualificato; 4.Verificare che venga richiesta la visione della documentazione clinica esistente durante la visita fisioterapica; 5.Chiedere sempre il rilascio della ricevuta fiscale, senza IVA, in caso di prestazione effettuata da un libero professionista.\nBR/CAV