Sport

Torna il Campionato italiano di Offshore

E’ stato presentato nei locali dello Yachitng Kroton Club l’evento Offshore che caratterizzerà il weekend di Crotone. Alla conferenza stampa di presentazione hanno partecipato il comandante della Capitaneria di Porto, Antonio Ranieri, che ha assicurato tutto l’apporto dei suoi uomini per la riuscita in completa sicurezza dell’evento sportivo; l’assessore comunale allo Sport,. Claudio Molè, che ha ringraziato tutte le associazioni sportive che stanno caratterizzando quest’estate e hanno fatto in modo che la città possa definirsi: Crotone città dello sport; il neo presidente della Camera di Commercio, Alfio Pugliese e il delegato provinciale del Coni, Daniele Paonessa. L’evento comincerà venerdì sera con l’apertura ufficiale del villaggio “Mare Futuro 2015” (che sarà allestito sul porto) e un momento dedicato alla mora, con il lancio della “moda mare Crotone” e ‘l’elezione di miss Offshore, mentre le gare vere e proprie inizieranno il sabato pomeriggio. Il mare di Crotone sarà quindi l’arena in cui si disputeranno due prove del campionato italiano classe 3000 (la prima sabato pomeriggio dalle 17;30 alle 18;30 e la seconda domenica allo stesso orario), e, per la prima volta in Italia, le due prove con relativa assegnazione del titolo del campionato europeo classe 5000 (la prima prova sabato dalle 16;30 alle 17;30 e la seconda domenica allo stesso orario, con premiazione alle ore 19;00). Sono stati Giovanni Pugliese, presidente della Lega Navale, e Ugo Pugliese, presidente dello Yachitng Kroton Club, a presentare l’iniziativa che nasce sotto il comitato “Mare Futuro”, creato proprio dalla collaborazione tra le due associazioni. «Questo evento non appartiene a Mare Futuro o alla lega Navale o allo Yacting Club – ha detto nel suo intervento Giovanni Pugliese, ma all’intera città di Crotone, appartenenza dimostrata dai tanti sponsor e dai patrocini che hanno caratterizzato queste gare. Se avremo la consapevolezza – ha concluso il presidente della Lega Navale – di continuare a remare tutti nella stessa direzione, allora potremmo tranquillamente attraversare questo mare e approdare nel porto del futuro». «L’arrivo del campionato europeo – ha aggiunto Ugo Pugliese – porta la città di Crotone al centro del vecchio continente. Accendendo importanti riflettori di visibilità sulla bellezza di questo nostro territorio. Un momento importante che vorrei sottolineare riguarda l’assegnazione del campionato europeo a Crotone, una particolarità che se sapremo gestire bene, potrà ritornare nella città di Pitagora anche negli anni futuri». E proprio a Pitagora è dedicato il trofeo “Citta di Crotone”, giunto alla sua seconda edizione, un trofeo realizzato dal maestro orafo Michele Affidato, che con la sua presenza, ha impreziosito la conferenza stampa. «Ho voluto – ha detto Affidato – ricreare con l’aiuto di mio figlio Antonio, trasformare in scultura il dipinto di Raffaello che raffigura Pitagora e che è conservato nei musei vaticani. Un tributo a questo grande filosofo, questa nostra opera, che oggi doniamo a questo evento, ma che domani girerà il mondo per portare sempre più avanti il nome della città di Crotone». Uno dei momenti principali e più spettacoli della tre giorni sarà la sfilata di sabato sera, quando le imbarcazioni partecipanti alla gara incontreranno i crotonesi attraversando le strade del centro città, accompagnate da quindici Ferrari, del club Ferrari di Catanzaro, e dalle moto da cross della Skuderia Kro.  Tutto pronto quindi per questo grande evento che porterà lustro alla città di Crotone, una città che, così’ come è raffigurata nella grafica realizzata dalla Briefing Srl, azienda che cura l’immagine, la comunicazione e l’ufficio stampa dell’evento, è pronta ad abbracciare i rombanti motori dell’Offshore.