Sport

Termina ai quarti di finale la stagione degli Achei

Termina la stagione dei Mida Achei Crotone contro i Trappers di Cecina in un frenetico Quarto di Finale.
Una partita che ha visto brillare l’attacco crotonese con un gioco aereo che ha prodotto 438 yards, un po’ meno efficace il gioco di corsa, con sole 41 yards di guadagno per un totale di 7 touchdown segnati.
Prestazione da urlo per Fofò De Gennaro, che segna 3 touchdown con 213 yards ricevute e per Salvatore Persico, con 2 touchdown e 144yards ricevute.
Difesa Achea sempre sul pezzo, con un eccellente Filice che mette a segno ben 9 placcaggi, insieme al solito Perri che ne chiude altrettanti.

L’incontro termina 52 – 48 per i i Trappers di Cecina.

Francesco Pizzuti HC e Offensive coordinator: “E’ stato un onore allenare i nostri ragazzi. Ed è stato un privilegio vedere crescere partita dopo partita la consapevolezza delle proprie potenzialità tecniche ; poter leggere nei loro volti la convinzione che nessun traguardo è impossibile ; testare il maturare della fiducia reciproca ; e infine constatare che i risultati tecnici sono innanzitutto il prodotto dei fattori di cui sopra.
E’ stato un percorso duro ma pieno di soddisfazioni e li ringrazio per ciò che tutti loro e ciascuno di essi ha insegnato a me e che è molto più del percorso tecnico che abbiamo affrontato insieme.
Sulla partita coi Trappers penso che non possiamo rimproverarci nulla: siamo andati a segno per primi e con azioni fulminee; abbiamo concluso in TD quasi tutti i drive giocati; abbiamo guidato in vantaggio per larga parte dell’incontro e subito la rimonta solo negli ultimi secondi di gioco; ci siamo rifatti tutto il campo in soli 12 secondi arrivando a 1 yard dalla linea di meta e solo il cronometro ha impedito la nostra vittoria.
Ci sarebbe bastato un solo altro secondo e, molto probabilmente, staremmo parlando di un altro risultato; ma è il football: a volte sono centimetri, a volte secondi, ma è giusto così ed è bello anche per questo. Grazie a tutti, Ragazzi. “

Francesco Caruso, Defensive Coordinator: “Una conclusione di stagione che nulla ha da rimproverare ai ragazzi, combattivi e maturi….mai hanno mollato
E devo dire che, anche se l’inizio di regular season è stato lento, le ultime partite sono state tra quelle più avvincenti e belle della mia carriera, ma a questo punto Unico rammarico meritavamo di più come l’ultimo tentativo e una manciata di secondi, al fine di accedere meritatamente ai quarti di finale .
Un bagaglio in più per il prossimo anno che arricchisce un Team storico come il nostro ed allo stesso tempo nuovo e dinamico grazie al movimento creato nella nostra città in favore della nostra squadra.”

Umberto Bruno, Special Team Coordinator:
“Per come era cominciata la stagione, le 2 partite di playoff sono state tanta roba, ma si rimane sempre con l’amaro in bocca quando si perde, anche dopo una grande prestazione, contro una grande squadra come i Trappers. Abbiamo pagato una regular season fatta a livelli che non rispecchiano le potenzialità messe in campo in post season. Il successo ai playoff è figlio di qualificazione.”

Francesco Perri, #50: “Abbiamo dato il massimo, il risultato la dice lunga. Fieri di noi stessi, abbiamo perso a testa alta.
Questa era una di quelle partite da dover vincere, ma il football è anche questo.
Una manciata di secondi, qualche yard in più o in meno e tutto può cambiare.
Onore ai Trappers, ma sempre e solo GO ACHEI!”