AUTONOVANTA STRISCIA
PULIVERDE
METAL CARPENTERIA

Statale 107 Bis: Muri Muti, la forza del Rock nel nuovo lavoro discografico

Pubblicato il 17 febbraio 2017 alle 10:36

Bisogna sempre rendere omaggio ai propri figli. E Santa Severina, Venerdì 10 Febbraio, lo ha fatto con una sua speciale creatura: la Statale 107 Bis. Una sala gremita di persone ha assistito alla presentazione del nuovo disco “ Muri Muti”. Il disco – 13 brani – affronta i muri a ritmo di ska, li scala a tempo di folk, li sovrasta con la forza del rock e li sorpassa con l’hard-swing, rilanciando con orgoglio l’amore per la diversità e la mescolanza dei generi. Il tutto con il sostegno di importanti realtà come il M.E.I. (Meeting delle Etichette Indipendenti) e AudioCoop che si occuperanno della promozione su tutto il territorio nazionale. Dopo il primo disco live del 2009, la band calabrese è ritornata, quindi, con tante novità. Pur mantenendo la vicinanza con la sonorità, l’energia e gli scenari della loro amata terra. In tutti questi anni di attività i ragazzi della Statale hanno dato vita a varie sperimentazioni, che hanno sempre contraddistinto le loro produzioni. Sperimentazioni che sono state caratteristiche fondamentali delle loro creazioni, allontanandole da angusti recinti di genere. I riconoscimenti sono stati tanti: tra le varie partecipazioni a festival e contest è stata tra le finaliste regionali dell’Italia Wave e vincitori del premio miglior testo con il brano inedito “Pena d’Amor” al Lennon Festival di Belpasso. Nell’ultimo anno ha segnato un’importante tappa come gruppo finalista del festival “Voci per la Libertà” di Amnesty International, dove la band ha vinto il premio Unicusano, riconoscimento consegnato dall’Università Niccolò Cusano di Roma. Alla conferenza stampa di presentazione il prof. Salvatore Mazzei, il sindaco di Santa Severina dott. Lucio Giordano e il parroco don Pierpaolo Arabia. In anteprima vi è stata la visione dell’omonimo video e, subito dopo, uno showcase della band. Tutto realizzato nei minimi dettagli dalla Statale 107 Bis. Ciò conferma il lavoro dettagliato e minuzioso fatto nel corso degli anni, con cura dei particolari e un impegno profuso nel tempo che continuerà a dare risultati importanti a questa band. In contemporanea, durante la serata, è stata allestita la mostra di pittura dell’artista Giò Casone.

Daniela Galasso

wesud è aperto alla condivisione di materiale e di idee, la responsabilità civile e penale di manoscritti e immagini ricevute è da imputare esclusivamente agli autori. La redazione, pertanto, non è da considerarsi necessariamente in linea con gli stessi.

Redazione