Sport

Si è svolto a Cutro il Memorial “Gaetano Olivo”, un evento importante ormai patrimonio della città degli scacchi

E si è arrivati alla quinta edizione del Memorial Gaetano Olivo. Un appuntamento che ormai è entrato a far parte della stagione scacchistica cutrese e che conferma Cutro, ex granaio della Calabria, come “città degli scacchi”. Lo scacchista Gaetano Olivo viene ricordato ogni anno con un torneo che raccoglie diverse adesioni tra i diversi giocatori della nobile arte degli scacchi. Un atto d’amore verso una persona che amava il gioco degli scacchi e ne era fedele appassionato. Del resto, il quinto Memorial Gaetano Olivo fa ormai parte del patrimonio culturale e sportivo di Cutro e i cutresi ne debbono essere maggiormente coscienti.
Una tre giorni svoltasi presso il parco tematico degli scacchi il 27-28 e 29 dicembre sotto la direzione organizzativa dell’ASD di Cutro, curata in persona di Paolo Olivo e col patrocinio dell’amministrazione comunale. I partecipanti alla manifestazione sono stati in numero di 40, e provenienti in maggior parte dalla Sicilia e dalla Calabria. Una novità importante v’è stata in questa edizione con il torneo giovanile finalizzato alla qualificazione per i Campionati italiani under 18. Sono stati 22 i giovani calabresi, tra gli 8 e i 16 anni che hanno gareggiato, offrendo dimostrazione di un buon livello tecnico. Il Direttore di gara della manifestazione è stato l’Arbitro Internazionale, dottoressa Ilaria Olivo, che continua la nobile tradizione di famiglia.
Una scelta quella di puntare sui due tornei, quello per adulti e quello per giovanissimi che ha tre punti focali: 1) innanzitutto si tiene conto delle necessità di allargare la platea dei partecipanti, favorendo soprattutto la dimensione giovanile del gioco degli scacchi; 2) in secondo luogo si valorizzano sia la qualità dei giocatori adulti e contemporaneamente i talenti giovanili, permettendo la crescita di nuovi futuri campioni e proiettando Cutro nell’ambito della valorizzazione del tessuto giovanile scacchistico regionale e nazionale; 3) si dà la possibilità ai giovani che già si cimentano con gli scacchi e che vogliono continuare a proseguire su tale strada ad entrare in contatto con giocatori più esperti, e ciò favorisce uno scambio proficuo per loro dal punto di vista tecnico e dell’esperienza.
Del resto, Cutro se vuole sempre più essere la città degli scacchi e confermare la validità tecnica della sua struttura logistica, che è il “parco tematico degli scacchi”, deve accrescere l’offerta quantitativa e qualitativa delle manifestazioni scacchistiche ampliando la platea dei partecipanti e attivando per i prossimi anni un circuito importante a livello di comunicazione esterna e interna. L’istituzione comunale avrà sempre più questo compito. L’ASD Cutro ha confermato invece di avere le competenze organizzative e tecniche per operare al meglio nella realizzazione delle gare scacchistiche, e ciò è una risorsa per Cutro e per i cutresi.
La cerimonia di premiazione si è tenuta nella serata finale del 29 dicembre e a cui ha presenziato anche l’assessore allo sport e spettacolo, signora Giuseppina Gaetano, in assenza del sindaco e dell’assessore alla cultura.
La dottoressa Ilaria Olivo ha voluto segnalare la validità e la riuscita della manifestazione nonché la novità del torneo giovanile e ha ringraziato tutti quanti i partecipanti, l’amministrazione comunale per il sostegno e tutti quanti hanno dato una mano per l’organizzazione.
La signora Mena Gallello, moglie del dottor Gaetano Olivo, ha ricordato quanto il marito amasse il gioco degli scacchi e quanto è importante la presenza di tanti partecipanti alla manifestazione, soprattutto in un periodo di festività. La signora Mena Gallello ha voluto rimarcare quanto è importante il gioco degli scacchi per lo sviluppo dei giovani, sia dal punto di vista culturale, etico e civile. Ella ha voluto ringraziare i giocatori partecipanti e l’amministrazione comunale per il contributo che pure quest’anno ha donato alla riuscita dell’evento.
Il Memorial è un appuntamento importante per Cutro città degli scacchi e per ricordare il dottor Gaetano Olivo, il suo amore per gli scacchi appunto, ma anche la persona squisita e umile che era nel suo animo. Di seguito sono riportate le graduatorie con i vincitori della manifestazione:
Torneo Open:
1° Classificato Costabile Vincenzo da Cosenza
2° Classificato Marincolo Piercarlo da Rossano
3° Classificato Spina Giovanni da Rossano
4° Classificato Fiorentino Vincenzo da Rossano
5° Classificato Procopio Giuseppe da Soverato
Vincitori dei premi di fascia per punteggio Elo sono stati: Paolo Olivo, Scerra Ezio, Ruperto Michele, Squillaci Andrea.
Torneo Giovanile:
Fascia Under 16
1° classificato Guccione Matteo Francesco (Qualificato per la finale)
2° classificato Mingrone Agostino
3° classificato Bianchi Salvatore Matteo (qualificato)
Fascia Under 12
1° Ammannato Samuele (qualificato per la finale)
2° Scigliano Pietro
3° Valente Alessia (qualificata)
Fascia Under 10
1° Santo Davide (qualificato per la finale nazionale)
2° Guccione Andrea
3° Santo Irene (qualificata)
4° Palmieri Lorenzo (qualificato)

Giuseppe Condello