Sport

Serie B, tris del Crotone a Pescara: gli squali espugnano l’Adriatico con Benali e Crociata

Nell’anticipo della sesta giornata di Serie B, il Crotone sfodera una prestazione sontuosa e batte a domicilio il Pescara per 3 reti a 0: decisiva una doppietta di Benali e il primo centro stagionale di Giovanni Crociata.

Primo tempo spumeggiante all’Adriatico con il Crotone che prende subito in mano le redini del match mettendo in difficoltà la retroguardia abruzzese grazie allo scatenato Messias, che si carica sulle spalle il peso dell’attacco e sfiora il gol in più occasioni. Il Pescara fa buona guardia ma stenta a superare la metà campo avversaria affacciandosi dalle parti di Cordaz al 12′ con una conclusione di Maniero: il portierone rossoblù ci arriva ma sulla respinta si fionda Galano segnando l’1-0, giustamente annullato per fuorigioco dal direttore di gara Prontera. Il Crotone continua a spingere e al 17′ raccoglie il meritato vantaggio con Benali, bravo a capitalizzare una ripartenza letale degli uomini di Stroppa e spiazzare col destro Fiorillo dopo un paio di finte. Al 25′ l’estremo difensore abruzzese nega la doppietta personale al numero 10 degli squali che conclude dopo uno scambio stretto con Messias, abile a smarcare il folletto libico con uno splendido colpo di tacco. Nella seconda metà della prima frazione il Pescara prova a scrollarsi da dosso la paura cercando di impensierire i pitagorici con un tiro da fuori area di Kastanos, deviato in corner da Cordaz, e una conclusione a giro di Pepin che al 44′ colpisce l’incrocio dei pali da distanza siderale.

Nella ripresa Zauri sostituisce Galano per Di Grazia aggiungendo peso al reparto offensivo. I padroni di casa provano ad agguantare il pari con Cisco ma alla prima occasione utile è ancora il Crotone a trovare la via del gol con un colpo di testa di Benali, che al 56′ approfitta di una dormita generale della difesa biancazzurra per siglare il terzo centro consecutivo in campionato. Dopo il raddoppio, il Pescara rimane attonito e non riesce quasi mai ad alzare il baricentro rendendosi pericoloso solo al 69′ con un tentativo velleitario del solito Pepin. La squadra di Stroppa, al contrario, non interrompe il suo dominio e nel finale cala addirittura il tris con Crociata, tra i migliori in campo per i pitagorici: coast to coast di Messias all’86’ che prima scambia con Maxi Lopez e poi serve sul filo del fuorigioco il centrocampista palermitano, l’ex Carpi conclude in porta e trova la pronta risposta di Fiorillo ma sulla respinta non si fa pregare segnando il definitivo 3-0. Il Crotone sale a quota 11, al secondo posto in classifica in attesa delle partite in programma domani.

PESCARA – CROTONE 0-3: 17′, 56′ Benali, 86′ Crociata.

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Zappa, Campagnaro, Bettella, Del Grosso; Memushaj, Kastanos, Pepin; Galano (46′ Di Grazia), Maniero (67′ Brunori), Cisco (78′ Borrelli). A disp.: Farelli; Scognamiglio, Ciofani, Drudi, Crecco, Busellato, Ingelsson, Masciangelo, Bocic.
All. Zauri.

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Golemic, Marrone, Gigliotti; Molina, Benali (63′ Mustacchio), Barberis, Mazzotta (84′ Gomelt); Messias, Simy (56′ Maxi Lopez). A disp.: Figliuzzi, Festa; Nalini, Vido, Bellodi, Zanellato, Rutten, Panza.
All. Stroppa.

Ammoniti: 20′ Del Grosso (P), 29′ Crociata (C), 53′ Pepin (P).

Arbitro: Prontera di Bologna; Assistenti: Muto, Lombardo; IV ufficiale: Ayroldi.

(Foto: fccrotone.it)