Sport

Serie B, il Crotone perde in casa con lo Spezia e manca il sorpasso ai danni del Pordenone: allo Scida finisce 1-2

Nel secondo turno del girone di ritorno di Serie B, lo Spezia interrompe la striscia di quattro vittorie consecutive del Crotone imponendosi allo Scida per 2-1 grazie ad una rete per tempo di Nzola e Ragusa. Inutile il rigore messo a segno da Maxi Lopez in avvio di ripresa.

Match dal ritmo non proprio arrembante durante i minuti iniziali con le due squadre che provano a studiarsi per poi colpire al momento giusto. Il primo squillo è dei padroni di casa con Crociata, che all’8′ cerca di dare una scossa ai suoi con un break a metà campo che lo porta al tiro dal limite dell’area, conclusione poco lontana dallo specchio. Lo Spezia risponde affidandosi prevalentemente alle ripartenze: al 9′ Nzola ruba dai piedi di Mora la chance per il vantaggio sprecando clamorosamente un rigore in movimento, un minuto più tardi ci prova invece Ferrer dalla lunga distanza ma Cordaz è attento e intercetta la sfera senza particolari problemi. La squadra di Italiano sembra avere più gamba dei padroni di casa, messi alle corde dal pressing offensivo degli ospiti che tarpa ogni singolo tentativo di costruzione da parte degli squali, a dir poco sottotono rispetto alle ultime prestazioni offerte in campionato. Non a caso, al 34′, lo Spezia passa concretizzando la sua supremazia territoriale: Marchizza scatta sulla sinistra eludendo le marcature della retroguardia rossoblù, l’ex Crotone serve in mezzo Nzola che con il piattone batte Cordaz e firma il vantaggio dei liguri.

Nella ripresa Stroppa prova a cambiare le carte in tavola sostituendo uno spento Simy (salterà Empoli per squalifica insieme a Marrone) con Maxi Lopez. L’argentino entra in campo e impiega poco più di due minuti per incidere sulle sorti del match: al 46′ Mazzotta scappa sulla corsia sinistra, penetra in area e viene atterrato fallosamente da Ferrer. L’arbitro Serra assegna il penalty ai padroni di casa, sul dischetto si presenta proprio Maxi Lopez che con freddezza spiazza Scuffet per il gol dell’1-1. Dopo il pari il Crotone ritrova un po’ di lucidità lasciando intravedere quel possesso palla costante mancato nella prima frazione di gioco. Al 70′ gli squali vanno vicinissimi al vantaggio con Golemic, bravo a spuntare dalle retrovie approfittando di un calcio di punizione dalla trequarti di Gigliotti e colpire di testa: miracolo di Scuffet che si distende e devia in corner. Lo Spezia però non molla e alla prima occasione utile riesce a siglare il nuovo vantaggio: coast to coast di Gyasi che brucia tutti sulla corsia sinistra e crossa in mezzo per il tap-in di Ragusa che firma il definitivo 2-1 per la squadra di Italiano.

 

CROTONE – SPEZIA 1-2: 34′ Nzola, 47′ Maxi Lopez rig., 78′ Ragusa.

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Golemic, Marrone, Gigliotti; Molina, Benali, Barberis, Crociata (77′ Nalini), Mazzotta (77′ Mustacchio); Simy (46′ Maxi Lopez), Messias. A disp.: Figliuzzi, Festa; Curado, Cuomo, Spolli, Bellodi, Gomelt, Zak, Rutten.
All. Stroppa.

SPEZIA (4-3-3): Scuffet; Ferrer, Erlic, Capradossi, Marchizza; M. Ricci, Mora, Maggiore (73′ Acampora); Ragusa, Nzola (67′ F. Ricci), Gyasi. A disp.: Krapikas, Barone; Vignali, Ramos, Galabinov, Mastinu, Bartolomei, Gudjohnsen, Terzi.
All. Italiano.

Ammoniti: 29′ Simy, 38′ M. Ricci, 47′ Ferrer, 53′ Gyasi, 83′ Mora, 89′ Messias, 94′ Marrone.

Espulso: 95’ Messias.

Arbitro: Serra di Torino; Assistenti: M. Robilotta, Saccenti; IV Ufficiale: I. Robilotta.

(Foto in evidenza: Fc Crotone)