Sport

Serie B, il Chievo batte il Crotone 2-1 tra le polemiche: Rodriguez regala la vittoria ai clivensi nel finale

Trasferta amara per il Crotone di Stroppa che dopo cinque risultati utili consecutivi incassa il secondo stop in campionato per mano del Chievo. I clivensi vincono 2-1 in rimonta grazie al rigore trasformato da Giaccherini e alla rete di Rodriguez, in risposta al vantaggio iniziale siglato da Simy dagli undici metri. Decisiva sulle sorti del match l’espulsione dubbia di Zanellato al 59′ per doppia ammonizione.

Gara equilibrata sin dai primi minuti quella del Bentegodi, giocata tra due squadre che si affrontano senza farsi male fino al 23′, minuto in cui Simy penetra in area di rigore facendo a spallate con un paio di difensori avversari e viene atterrato da Esposito guadagnando il penalty. Sul dischetto si presenta proprio il nigeriano che spiazza Semper e porta in vantaggio gli squali. Reazione veemente del Chievo che ringrazia la dea bendata per il mancato raddoppio di Barberis dopo un triangolo con Vido (30′) e al 39′ mette i brividi agli ospiti sfiorando il pari con Dickmann che raccoglie l’invito di Meggiorini ma calibra male il tiro sparando il pallone il curva. Gli squali provano a contenere gli avversari e nel finale collezionano una ghiotta chance con Simy (41′): colpo di testa alto sopra la traversa. Sul capovolgimento di fronte ci prova anche il Chievo ma il sinistro di Brivio fa la barba al palo.

Nella ripresa la squadra di Marcolini scende in campo impugnando l’ascia di guerra e si catapulta nella metà campo rossoblù sfiorando l’1-1 con una bordata di Segre dalla lunga distanza. L’episodio che stravolge l’andamento del match si registra però al 59′: fallo a centrocampo di Zanellato che, come chiarito in seguito dalle immagini televisive, interviene in scivolata su un giocatore gialloblù toccando prima la palla e poi l’avversario. Per il direttore di gara Marinelli è cartellino giallo. Il secondo in poco più di tre minuti per l’ex Milan, che viene spedito sotto la doccia anzitempo lasciando i suoi in inferiorità numerica. Stroppa prova a rimediare inserendo Messias per Vido ma alla lunga l’uomo in meno si fa sentire e al 71′ un’ingenuità di Spolli sul neo entrato Giaccherini regala il rigore ai veneti. Dal dischetto il numero 17 gialloblù non sbaglia e trasforma il penalty che vale l’1-1. Il Crotone cerca di imbastire una timida reazione e al 75′ si vede sfuggire dalle mani una doppia occasione sull’asse Simy-Messias: prima su una punizione ravvicinata del brasiliano sulla quale l’attaccante pitagorico non riesce a fiondarsi per ribadire in rete, poi sugli sviluppi di un contropiede pericoloso sprecato dal nigeriano. Tra le fila calabresi la stanchezza inizia a farsi sentire, il Chievo invece, forte dell’uomo in più, ha ancora benzina nella gambe e all’81 completa la propria rimonta con Rodriguez, che sovrasta Golemic e di testa trasforma in rete l’assist perfetto di Meggiorini. Finisce 2-1 per i padroni di casa. Il Crotone incassa il secondo stop in campionato tra le polemiche arbitrali ma resta momentaneamente in testa alla classifica in attesa di Benevento – Cremonese.

CHIEVO VERONA – CROTONE 2-1: 25′ Simy rig, 72′ Giaccherini rig., 81′ Rodriguez.

CHIEVO VERONA (5-3-2): Semper; Dickmann, Vaisanen, Cesar, Leverbe, Brivio; Segre, Bertagnoli (69′ Giaccherini), Esposito; Meggiorini, Rodriguez (83′ Ceter). A disp.: Caprile, Nardi; Cotali, Obi, Pucciarelli, Pina Nunes, Garritano, Frey, Rovaglia, Rigione.
All. Marcolini.

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Cuomo, Spolli, Golemic; Molina (85′ Mustacchio), Zanellato, Barberis, Benali (77′ Crociata), Mazzotta; Simy, Vido (61′ Messias). A disp. Figliuzzi, Festa; Bellodi, Itrak, Gomelt, Rodio, Evan’s, Rutten, Panza.
All. Stroppa.

Ammoniti: 9′ Molina, 26′ Marcolini (dalla panchina), 56′ Zanellato, 74′ Brivio, 91 Giaccherini, 94′ Semper.
Espulso: 59′ Zanellato.

Arbitro: Marinelli di Tivoli; Assistenti: Mastrodonato, Scatragli; IV Ufficiale: Amabile.