Sport

Serie B, continua il trend negativo del Crotone: squali sconfitti a Pordenone da un autogol di Mustacchio

Quinta sconfitta in campionato per il Crotone di Stroppa che non riesce a invertire il trend negativo delle ultime giornate e inciampa per l’ennesima volta lontano dallo Scida, piegato in casa del Pordenone da una sfortunata autorete di Mustacchio che regala i tre punti ai neroverdi facendo scivolare i pitagorici al sesto posto in classifica.

Un match piatto e con pochi sussulti quello giocato alla Dacia Arena. Le due squadre partono a mille raccogliendo un’occasione per parte nei primi minuti: i padroni di casa si rendono pericolosi al 7′ con Pobega, ben servito da Ciurria (alto sopra la traversa); i calabresi rispondono al 10′ con un contropiede veloce di Messias che porta alla conclusione Simy, il nigeriano incrocia col destro ma Di Gregorio si oppone salvando miracolosamente anche sulla successiva respinta di Vido. La gara cala poi d’intensità e aumentano le imprecisioni da ambo le parti. Strizzolo e Crociata provano a dare una scossa con due conclusioni dal limite ma la mira dei due cecchini è imprecisa e il risultato rimane in equilibrio. Almeno fino al 43′, minuto in cui il Pordenone passa in vantaggio grazie ad un goffo intervento di Mustacchio che, nel tentativo di anticipare Chiaretti, infila nella propria porta un cross insidioso di Gavazzi. Nella ripresa il Crotone dà inizialmente la sensazione di poter riacciuffare la gara ma alla lunga le troppe imprecisioni sotto porta e le tante scelte sbagliate in fase di costruzione di gioco hanno la meglio su una squadra parsa stanca e priva di idee, complici anche le numerose assenze che hanno decimato la compagine rossoblù. Nel finale il Crotone fa quel che può ma il Pordenone si chiude a riccio spegnendo sul nascere ogni timido tentativo di assalto degli squali e al triplice fischio del direttore di gara Camplone festeggia portando a casa tre punti pesantissimi per la zona alta della classifica. Per il Crotone invece continua la mini crisi di risultati, con un solo punto conquistato nelle ultime tre gare. Troppo poco per una squadra che macina gioco partita dopo partita ma in termini di punti raccoglie molto meno di quanto potrebbe. Soprattutto contro le dirette concorrenti alla promozione.

PORDENONE – CROTONE 1-0: 43′ Mustacchio (aut.)

PORDENONE (4-3-1-2): Di Gregorio; De Agostini, Barison, Camporese, Vogliacco; Gavazzi, Pobega, Burrai; Chiaretti (71′ Zammarini); Strizzolo (77′ Candellone), Ciurria (84′ Mazzocco). A disp.: Bindi, Jurczak; Stefani, Semenzato, Pasa, Monachello, Zanon, Bassoli, Almici.
All. Strukelj

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Golemic, Spolli, Gigliotti; Mustacchio, Crociata, Barberis, Messias, Mazzotta (80′ Rutten); Simy, Vido (68′ Nalini). A disp.: Figliuzzi, Festa; Curado, Cuomo, Bellodi, Itrak, Gomelt, Rodio, Evan’s.
All. Stroppa.

Ammoniti: 25′ Barison, 67′ Messias, 74′ De Agostini.

Arbitro: Camplone di Pescara; Assistenti: Pagnotta, Margani; IV Ufficiale: Amabile.

Foto in evidenza: Fc Crotone