Cronaca

Sequestrata piantagione di marijuana nel reggino

Continua in maniera incessante l’attività svolta dai militari delle Fiamme Gialle calabresi finalizzata al contrasto dell’illecita coltivazione di canapa “indaca”. A seguito di una segnalazione della Sezione Aerea della Guardia di Finanza di Lamezia Terme, che durante una perlustrazione in volo avvistava piante di canapa, i finanzieri calabresi del Comando Provinciale di Reggio Calabria, dopo mirati e specifici servizi di osservazione e appostamento, coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palmi, procedevano a sequestrare una piantagione costituita da 70 piante, accuratamente occultate tra la fitta ed alta vegetazione, sita nell’agro del Comune di Candidoni. La piantagione è risultata in ottime condizioni vegetative, ubicata su due appezzamenti di terreno, incolti e prospicienti tra di loro, ed accessibile mediante l’attraversamento di un canale di scolo, le cui acque venivano utilizzate per l’irrigazione manuale delle piante. Successivamente alla scoperta, come disposto dall’A.G., le piante dello stupefacente sono state estirpate e distrutte in loco. Il preventivo intervento delle Fiamme Gialle ha consentito, “ancora una volta”, di sottrarre alla criminalità organizzata locale importanti guadagni di natura illecita .