Attualità

Sei in corsa per la Procura di Catanzaro

Sono sette i magistrati che hanno presentato domanda per il posto di Procuratore della Repubblica di Catanzaro, che dal primo gennaio del 2016 si renderà vacante con l’andata in pensione di Vincenzo Antonio Lombardo. Gli aspiranti alla direzione della Procura di Catanzaro, che é sede di Dda con competenza su quattro province (oltre Catanzaro, Cosenza, Crotone e Vibo Valentia), sono, in ordine di anzianità di servizio, Gianfranco Donadio, ex procuratore aggiunto della Direzione nazionale antimafia ed attuale consulente della Commissione bicamerale d’inchiesta sul sequestro e l’assassinio di Aldo Moro; Mario Spagnuolo, attuale Procuratore della Repubblica di Vibo Valentia; Gabriella Maria Casella, presidente di sezione del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (Caserta); Nicola Gratteri, Procuratore della Repubblica aggiunto di Reggio Calabria; Giovanni Bombardieri, procuratore della Repubblica aggiunto di Catanzaro; Roberto Rossi, sostituto procuratore della Dda di Bari ed ex consigliere del Csm, e Luca Pescaroli, sostituto procuratore della Dda di Roma. Il nuovo Procuratore della Repubblica di Catanzaro, una volta espletati i tempi di definizione del concorso, dovrebbe essere nominato tra gennaio e febbraio del 2016.