Cronaca

Scoperta una platea abusiva a Steccato di Cutro, l’opera era priva d’atti d’assenso

Una platea in calcestruzzo armato realizzata abusivamente è stata scoperta dai carabinieri forestali nella località Steccato di Cutro nei giorni scorsi. L’intervento tempestivo dei militari ha impedito la prosecuzione dell’opera che era stata realizzata molto recentemente. La committente dei lavori è stata deferita all’Autorità giudiziaria per abuso edilizio.
La platea in calcestruzzo armato, realizzata in un’area privata nella località Steccato di Cutro, è stata individuata dai militari della stazione CC forestale Crotone nell’ambito dell’attività di prevenzione e repressione degli abusi edilizi. In seguito ai riscontri effettuati presso l’ufficio comunale competente è emerso che il manufatto era stato costruito in assenza di qualsiasi atto legittimante l’edificazione.
La platea, estesa 9 m x 9 m ed elevata di 40 cm sul piano di campagna, secondo i primi accertamenti eseguiti presso l’ufficio comunale competente rientrerebbe in un’area destinata a verde attrezzato e sport. Essa era completa delle predisposizioni per gli impianti tecnici. Dalle condizioni dei materiali rinvenuti si è potuto desumere che l’opera è stata realizzata molto recentemente.
In seguito ad indagini è stata individuata la proprietaria dell’area, una cinquantunenne crotonese residente in Toscana. Essa è stata deferita all’Autorità giudiziaria per le violazioni in materia edilizia.
L’attività dei carabinieri forestali è stata volta ad orientare il comportamento dei cittadini al rispetto delle leggi vigenti, anche per prevenire il consumo indiscriminato di suolo.