Cronaca

Sbarco a Torre Melissa, due Finanzieri salvano un neonato e la sua mamma dalle acque gelide del mare

Un neonato e la sua mamma sono salvi grazie all’intervento di due finanzieri della Sezione Operativa Navale di Crotone impegnati nello sbarco avvenuto alle prime luci dell’alba a Torre Melissa.
Gli uomini della Sezione Operativa Navale di Crotone hanno coadiuvando l’efficace attività dei militari dell’Arma dei Carabinieri allertati dalla presenza di una imbarcazione incagliata a pochi metri dalla spiaggia, da alcuni abitanti del posto..
I due finanzieri, durante le operazioni di salvataggio sono stati attirati dal pianto di un bambino proveniente dallo scafo rovesciato dell’imbarcazione, senza esitare si sono spinti nella risacca marina, esacerbata dalle cattive condizioni meteorologiche e hanno tratto in salvo un bimbo di pochi mesi e la madre, rimasti imprigionati nella barca e non in grado di salvarsi senza aiuto esterno.
L’intervento dei due militari del Corpo ha senz’altro evitato rischi alla sopravvivenza del bambino, esposto all’inclemenza del tempo e alla bassa temperatura delle acque.
Una volta tratti in salvo la donna e il piccolo, sono stati accompagnati, assieme ad altri 49 migranti sbarcati, presso il Centro di accoglienza Sant’Anna (KR) per le operazioni di assistenza e identificazione.