Cronaca

San Nicola dell’Alto, duplice omicidio: Una folla immensa e commossa per l’ultimo saluto a Francesco e Saverio Raffa

Una folla immensa e commossa a San Nicola dell’Alto ha preso parte, questo pomeriggio, alle esequie di Francesco e Saverio Raffa, rispettivamente padre e figlio, uccisi a colpi di fucile lo scorso 22 dicembre in località Furchì, nel territorio di Pallagorio (KR).
La chiesa matrice di San Nicola Vescovo non è riuscita a contenere quanti, con la loro presenza, hanno voluto testimoniare la loro vicinanza alla famiglia, alla signora Anna e alla figlia Giovanna. In tanti, tutti uniti da un dolore immenso hanno voluto salutare per l’ultima volta due persone buone, due onesti lavoratori, impegnati, ogni giorno, a gestire la loro azienda. Così come ricordato, nel messaggio letto durante le esequie, dalla signora Enza Chiarelli. Poche righe, per sottolineare che la famiglia andrà avanti unita, nonostante il peso della loro assenza, sono state lette, con la voce rotta dalla commozione dal maresciallo dei carabinieri Mario Ianni, genero e cognato delle vittime.
A celebrare la cerimonia funebre, Padre Edoardo Caruso che ha pronunciato parole di conforto a familiari e amici smarriti e attoniti.
Amici, conoscenti e tantissimi cittadini, giunti dai comuni di Carfizzi, Pallagorio e Melissa, comunità scosse da quanto accaduto, con in testa i sindaci Francesco Scarpelli, Umberto Lorecchio, Carmine Maio e Gino Murgi.
Tanti ancora gli interrogativi, dietro il duplice delitto dei due allevatori, intorno ai quali lavorano alacremente i carabinieri della Stazione, i loro colleghi della Compagnia di Cirò Marina e del Reparto operativo di Crotone, diretti dal pm Giampiero Golluccio.
Sul piano investigativo si continua a cercare l’arma utilizzata per compiere il duplice omicidio, per questa ragione i Cacciatori di Calabria, con cani addestrati, setacciano da ieri le colline dell’alto crotonese.

foto fornite da Franco Turano