Cronaca

Salvini a Limbadi (VV): ” mi tolgo il cappello davanti a chi ha accettato di istituire un’università antimafia”

Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ha fatto tappa nel comune di Limbadi(VV), località Santa, dove ha partecipato alla cerimonia di consegna all’Associazione “San Benedetto Abate” dell’immobile confiscato alla famiglia Mancuso. La consegna é avvenuta alla presenza della stampa. Successivamente il ministro si è recato alla Stazione dei Carabinieri di Limbadi, via S. D’Acquisto 1, e al Comune di Limbadi. Ci sono squarci di luce in questa parte di Calabria”. Ha sostenuto il ministro dell’interno Matteo Salvini nel corso della cerimonia per la consegna della villa appartenuta al clan Mancuso all’associazione San Benedetto Abate di don Ennio Stamile, che sarà intitolata a Rossella Casini, una donna vittima della ‘ndrangheta che ospiterà un’università antimafia. “Mi farà piacere – ha aggiunto – tornare qui a seguire una lezione in questa università e mi tolgo il cappello davanti a chi ha accettato una simile sfida, quella, appunto, di istituire un’università antimafia, una primizia per quanto mi concerne perché spesso i beni vengono dati in affido per creare circoli o quant’altro ma mai un’università di simile valenza”. “Come rinforzi della polizia di Stato – ha detto poi Salvini – ai 177 agenti se ne aggiungeranno 156 tra luglio e aprile del prossimo anno, che andranno ad aumentare il totale delle forze dell’ordine in Calabria arrivando a 12mila unità e recuperando, in tal modo il turn over del passato. Questo perché la ‘ndrangheta la combatti con le persone in divisa. Poi, solo nel Vibonese, sono stati impegnati 3,3 milioni di euro per la videosorveglianza in numerosi paesi. Quest’anno cinque Comuni hanno ottenuto i fondi per l’operazione ‘Spiagge sicure’. Quindi piano piano stiamo facendo ciò che non è stato fatto in passato”. Salvini, infine, ha sostenuto che “sui reati di usura ed estorsione, un successo sarebbe registrare l’aumento delle denunce da parte delle vittime”.