Cronaca

Rinvenuti dalla Capitaneria di Porto di Crotone rifiuti pericolosi vicino al Neto

Rifiuti speciali pericolosi nel letto del fiume Neto.
E’ quanto hanno scoperto gli uomini della Capitaneria di Porto di Crotone nel corso di un’operazione effettuata nei pressi dell’alveo del fiume Neto, in localita’ Setteporte del comune di Rocca di Neto.
I militari, proprio nel letto del fiume, hanno rinvenuto considerevoli quantita’ di rifiuti speciali pericolosi e non di varia natura, tra cui numerose lastre di cemento-amianto, l’ormai tristemente famoso eternit. L’intera area, di millecinquecento metri quadrati, e’ stata posta sotto sequestro.
I reati, dal getto pericoloso di cose, distruzione e deturpamento di bellezze naturali, realizzazione di discarica abusiva, cosi’ come contemplati dal codice penale e dal codice dell’ambiente, sono stati segnalati alla Procura di Crotone.
La Capitaneria di porto interessera’ il comune di Rocca di Neto, l’Autorita’ di Bacino regionale e la Provincia di Crotone affinche’, mediante l’intervento di ditte specializzate al trasporto e trattamento di rifiuti speciali, si possa ripulire l’area e provvedere cosi’ al ripristino ambientale.