Sport

Ricordando Marco

Ad un anno dalla sua scomparsa, Marco Panaija, il giovane sub perito in una tragica circostanza nelle acque antistanti la costa crotonese, è stato ricordato con un memorial che ha visto protagonista quel mare che tanto amava. L’iniziativa stata è promossa dalla “A.S.D. Crotone Training e Caccia in Apnea”che oggi porta anche il nome di Marco con il patrocinio del Comune di Crotone. Una gara di pesca in apnea alla quale anno partecipato quaranta professionisti provenienti da tutta la Calabria che si sono cimentati nella competizione sin dalle 7.30 del mattino fino alle 12.00. Una manifestazione un partecipante_nfortemente sostenuta dall’amministrazione Comunale ed in particolare dall’assessorato all’Ambiente e dall’assessorato alle Attività Produttive. L’imbarco dei concorrenti è avvenuto sulle imbarcazioni messe a disposizione dai soci dello Yachting Club Crotone, dal Club Velico Crotone e dalla Lega Navale. Prima dell’inizio della competizione è stata lanciata in mare una corona di fiori in ricordo di Marco. Lo svolgimento della gara è stato seguito dall’assessore all’Ambiente del Comune di Crotone Michele Marseglia che partecipò alle ricerche in mare all’epoca della scomparsa di Marco avvenuta durante una immersione. L’assessore all’Ambiente ha ricordato quei giorni in cui la comunità si strinse intorno alla famiglia, considerando Marco come un figlio o un fratello, partecipando attivamente alle attività di soccorso, coordinate dalla Capitaneria di Porto di Crotone, con tanti volontari che si impegnarono nella ricerca mare del ragazzo il cui corpo, purtroppo, fu restituito dal mare dopo cinque lunghissimi giorni di attesa e di trepidazione. Una partecipazione che è stata ribadita anche oggi nel corso del memorial che ha visto i partecipanti affrontare la gara nel ricordo di Marco. Questo spirito solidaristico è stato dimostrato anche dal fatto che, ad di là della competizione, i partecipanti hanno deciso che tutto il pescato sarà devoluto in beneficenza a favore di associazioni di volontariato che si preoccupano di assicurare vitto ai più indigenti. L’assessore Marseglia ha, inoltre, nel portare il saluto del sindaco Vallone ai partecipanti ha evidenziato come il memorial intende anche promuovere la pesca sportiva ed allo stesso tempo incentivare la conoscenza sui temi della sicurezza in mare.