Cronaca

Recycling Srl: Il Tar annulla interdittiva antimafia

I giudici del Tribunale Amministrativo regionale di Catanzaro hanno accolto il ricorso presentato dai legali della Recycling Srl. dopo la interdittiva antimafia emessa dalla Prefettura l’11 giugno 2014. La sentenza condanna inoltre il Ministero dell’Interno e l’Autorità portuale di Gioia Tauro al pagamento delle spese. I giudici hanno per tanto annullato l’interdittiva antimafia emessa dalla Prefettura confronti della Recycling Srl . In relazione alla interdittiva l’Autorità Portuale di Gioia Tauro dispose la revoca di tutti i permessi di accesso in porto rilasciati a favore dei dipendenti e collaboratori della società; delle concessioni demaniali dell’autorizzazioni all’esercizio nei porti di Crotone e Corigliano dell’attività di impresa per operazioni portuali.  Un fermo di circa 18 mesi che ha provocato numerosi danni alla società, secondo quanto dichiarato dai componenti della stessa. Con la sentenza i provvedimenti sono stati di fatto annullati dai giudici amministrativi. La Recycling Srl, era difesa dall‘avv. Raffaele Mirigliani ed assistita in tutta la vicenda da un collegio legale composto  dagli avvocati Vincenzo Camposano e Giuseppe Barbuto.