Politica

Racket, De Rose (FI): “La politica si impegni a difesa di chi ha il coraggio di denunciare”

“Le recenti vicende a scopo intimidatorio, ultimi in ordine cronologico l’incendio dei magazzini della sanitaria Sant’Elia e di uno stabile adibito alla vendita di automobili in provincia di Catanzaro, ai danni di chi cerca ogni mattina di risollevare il tessuto economico calabrese, destano gravissime perplessità.”
È quanto afferma Luigi De Rose, coordinatore regionale di Forza Italia Giovani in Calabria.
“Le istituzioni hanno il dovere morale, politico e sociale di far sentire la vicinanza dello stato a chi ha, ha avuto ed avrà il coraggio di denunciare episodi di natura estorsiva.
Non bastano gli annunci di solidarietà purtroppo e stupiscono le reazioni trionfalistiche del Ministro degli Interni alle sollecitazioni pervenute negli ultimi tempi da Forza Italia, tramite i deputati Santelli ed Occhiuto, di aumentare la dotazione della DDA in Calabria, assolutamente non bastevole a contrastare fenomeni criminali in una terra che continua ad essere tra le più critiche in termini di rischi ad essa collegati.”
“Potrebbe essere certamente utile – propone De Rose – introdurre maggiori detrazioni fiscali a favore delle imprese operanti in territori ad alto rischio “Racket” concernenti i costi relativi alla installazione di impianti di sorveglianza di ultima generazione unitamente al collegamento diretto con le forze dell’ordine.
Lo sviluppo della nostra terra è conseguenziale alla creazione ed all’incentivo dell’impresa privata e mi auguro fortemente che il governo possa, inoltre, studiare protocolli di sicurezza per imprenditori e famiglie ogni qualvolta si ritrovino in qualità di vittime difronte a situazioni di questa natura.”