Attualità

Presentato a San Luca il Consorzio del maiale nero d’Aspromonte voluto dai GAL “Terre Locridee” e “Kroton” , testimonial Klaus Davi

Il 19 settembre rimarrà una data storica per la Locride, perché i presidenti dei due GAL Francesco Macrì e Natale Carvello hanno scelto Klaus Davi come testimonial, del Consorzio del Maiale Nero d’Aspromonte. Questo riportiamo dalla conferenza stampa di presentazione del neonato consorzio che si è svolto nella sala del consiglio comunale di San Luca, Inoltre hanno voluto che San Luca fosse il luogo simbolo di presentazione del consorzio ed il sindaco Bruno Bartolo fosse il portavoce di questa scelta simbolica.
«Finalmente iniziamo a parlare di cose serie e di azioni che si possono realizzare». Con queste parole il presidente del GAL Francesco Macrì aveva aperto il workshop dal titolo “Tipicizzazione dei prodotti, il Maiale nero d’Aspromonte” tenutosi il 17 maggio a Locri, organizzato dal GAL “Terre Locridee”, in collaborazione con il GAL Kroton. Ripetiamo queste parole perché spiegano bene la concretezza dell’azione che è stata portata avanti in questo periodo. Infatti dal 17 maggio al 19 di settembre sono passati appena quattro mesi, periodo in cui si è lavorato intensamente per la realizzazione di questo progetto che porta avanti un prodotto simbolo della rinascita della Locride.
Il Consorzio del Maiale Nero d’Aspromonte è stato costituito dal notaio a Locri con la presenza di una ventina tra aziende e singoli, con un consiglio direttivo di 7 membri, che ha eletto, presidente Francesco Macrì e vice presidente Natale Carvello.
La storia parte da più lontano perché il progetto del Maiale nero d’Aspromonte era nato dall’idea di una cooperativa stimolata e seguita dal Vescovo Giancarlo Bregantini all’epoca della sua permanenza nella Locride, partita dalla ricerca di esemplari di maiale nero delle montagne dell’Aspromonte e successivamente concentrata nel miglioramento della specie cercando gli esemplari migliori,
Questa storia appunto dopo anni di stasi è ripresa a maggio con la volontà di alcuni allevatori del territorio che hanno deciso di mettersi insieme aderendo al nuovo consorzio.
Per queste ragioni i due GAL hanno fortemente voluto che questa presentazione partisse da San Luca per questo motivo il sindaco Bruno Bartolo cha voluto annunciare che il comune diventerà attore protagonista di questa vicenda.
Il testimonial scelto dai due GAL Klaus Davi ha dichiarato di essere orgoglioso di poter fare qualcosa di concreto per questa terra che conosce da poco ma gli è entrata nel cuore, infatti farà di tutto perchè i grandi media nazionali diano ampio spazio a queste notizie da San Luca, notizie che parlano di lavoro, sinergia e sviluppo. Questi sono segnali di una Calabria bella, è la forza di questa unione tra queste due aree sarà replicata con una conferenza stampa nei prossimi giorni a Crotone.
Di seguito è intervenuto Natale Carvello, presidente del GAL “Kroton”, che ha voluto sottolineare l’importanza di questo incontro per molteplici motivi, sia per l’intento comune di valorizzare un prodotto tipicizzante dei due territori, sia per la volontà di sostenere tutti gli attori per migliorare la produzione al fine di raggiungere un successo per tutto il territorio.
Ha concluso Francesco Macrì, che ha voluto ribadire il suo verbo, cioè che in questa terra si può fare, basta solo lavorare tutti insieme nella stessa direzione, il consorzio diventa uno strumento importante per far si che i cittadini ci credano, queste sono occasioni per dare un riscatto della nostra terra.