Cronaca

Pranzo sul piazzale dell’ipermercato per i dipendenti del Carrefour di Crotone, tanta solidarietà dal territorio

Non sono soli i 52 dipendenti della Carrefour di Crotone.

C’è un territorio intero che da mercoledì scorso, giorno in cui si è registrato il distacco dell’energia elettrica e la comunicazione, attraverso whatsapp, di essere ormai senza lavoro, alla spicciolata si reca nel piazzale dell’ipermercato per esprimere la propria solidarietà.

Anche oggi, domenica 20 ottobre, giorno in cui la famiglia si ritrova, i dipendenti continuano la loro protesta a difesa del proprio lavoro e, anche in questo giorno, la clientela più affezionata ha voluto esprimere la propria solidarietà portando loro cibo e bevande.

Gesti importanti, gesti che dimostrano quanto, in questi anni, il lavoro svolto da questi uomini e queste donne sia stato professionale e fondato sulla fiducia e quindi sulla fidelizzazione del cliente, cosa di non poco conto per una struttura commerciale.

“Tanta solidarietà da parte del territorio, da parte dei nostri clienti storici, dal circondario soprattutto. Oggi, dice Vincenzo, con molto stupore, siamo stati assistiti, anche dal punto di vista alimentare. Ci hanno portato di tutto. Non ci sono parole se non grazie, dal più profondo del cuore, da parte mia e dei miei colleghi. Continueremo a manifestare, senza creare disagi perché i nostri clienti storici sono proprio coloro che vivono nel circondario. Se noi dovessimo creare disagi a loro, bloccando strade, come potremmo fare e come si è sempre fatto, non sarebbe corretto e coerente. Pertanto rimaniamo su questa linea di protesta, pacifica”.

Delle difficoltà che vivono i dipendenti e le loro famiglie parla invece Luana. “Parliamo di circa 300 persone che non hanno più una fonte a cui attingere per il loro sostentamento. Anche solo fare la spesa tutti i giorni è un problema. Parliamo del minimo necessario per vivere perché se solo per un attimo pensiamo ai mutui, ai finanziamenti o prestiti l’angoscia sale vertiginosamente, il problema è veramente serio e non va sottovalutato. Se mi consenti, visto che il mio collega ha ringraziato quanti ci stanno dimostrando la loro solidarietà io voglio ringraziare i mass media, gli organi di informazione, privati e non, locali e nazionali che in questi giorni stanno amplificando la nostra voce. Stanno camminando passo passo con noi e sono convinta che ci lasceranno solo il girono in cui le serrande del nostro punto vendita torneranno a rialzarsi”.

C’è attesa per quanto accadrà domani. Sindacati e primo cittadino si recheranno presso l’Ispettorato del lavoro e successivamente il sindaco riprenderà il dialogo con Carrefour Italia che, appresa la notizia di quanto accaduto a Crotone ha preso le distanze dall’imprenditore che ha inteso licenziare i dipendenti inviando un whatsapp al direttore.