Cronaca

Petilia Policastro (KR): Ancora nessuna traccia dell’allevatore scomparso, le ricerche estese in tutta Italia

Continuano le ricerche dell’allevatore Massimo Vona a cinque giorni dalla sua scomparsa.
L’allevatore 44enne di Petilia Policastro, conosciuto da tutti con il soprannome di “Malutiempu” è scomparso da casa senza lasciare tracce. L’uomo, nel pomeriggio di martedì scorso, 30 ottobre, dopo aver lasciato la moglie e i due figlioletti di 4 e 8 anni, è uscito a bordo della sua Fiat Punto azzurra per raggiungere la località di campagna alla periferia del paese dove svolge la sua attività di allevatore di pecore. In quel luogo, tuttavia, pare non sia mai arrivato. È stata la moglie, l’indomani, non avendolo visto rientrare a casa e non avendo risposta dal telefono cellulare dell’uomo che risultava muto, a denunciarne la scomparsa ai carabinieri. I militari della compagnia di Petilia Policastro, agli ordini del capitano Marco D’Angelo, hanno avviato subito le ricerche ma finora dell’uomo non ci sono tracce, ne è stata ritrovata la sua autovettura, segno che Vona potrebbe essersi allontanato dalla zona a bordo del suo mezzo. Da quanto si apprende l’uomo è stato visto, il giorno della scomparsa, in paese a bordo della sua Punto. Le ricerche pertanto sono state ampliate ad altre zone della Calabria e anche al di fuori della regione in base al dispositivo sulle persone scomparse attivato dalla Prefettura. I carabinieri non escludono alcuna pista sui motivi della scomparsa di Vona, dall’allontanamento volontario alla criminalità organizzata anche se l’uomo ha qualche precedente penale molto risalente negli anni e null’altro.
Massimo Vona è cugino di Valentino Vona, ucciso a 21 anni il 21 aprile del 2012 in località Marrante al posto del fratello Giuseppe, vero obiettivo dei killer. Un mese prima, a Foresta di Petilia Policastro venne ucciso Vincenzo Manfreda ritenuto il boss del clan locale.

Articoli correlati