Attualità

Oltre 260 i donatori di midollo osseo nel 2019 in Italia

Sono stati oltre 260 i donatori di midollo osseo nel 2019 in Italia, ma il loro numero complessivo è destinato a salire perché molte donazioni sono ancora programmate entro la fine di un anno da record, visto che in 30 anni di attività del registro nazionale donatori non erano mai stati così numerosi. Il 13% in più rispetto ai 230 del 2018. E’ il dato emerso alla consegna del premio ‘Fabrizio Frizzi’ al più giovane donatore italiano di midollo osseo nel 2018, il 18enne di Bolzano Simone Borzaga. L’età media dei donatori è di 29 anni. Ci si può iscrivere al Registro dei donatori non appena compiuti 18 anni e fino a 35 anni. La donazione, poi, può essere effettuata fino ai 55 anni, anche se di solito vengono selezionati donatori di giovane età per garantire una maggiore probabilità di successo del trapianto. I donatori iscritti al Registro Italiano sfiorano i 600 mila, di cui 445 mila ‘attivi’ ovvero under 55. Purtroppo, solo una persona su 100 mila è compatibile con chi è in attesa di una nuova speranza di vita. La donazione di midollo osseo è l’unica cura efficace contro molte malattie del sangue come leucemie, linfomi e mielomi, talassemie, disordini congeniti dell’età pediatrica e, in casi particolari, malattie autoimmuni e tumori solidi, consiste nel trapianto di midollo osseo e di cellule staminali emopoietiche. (ANSA)