Cronaca

Nessuna violenza sulla neonata morta

Nessun segno di violenza è stato riscontrato dalla Tac sul corpo della neonata trovata morta due giorni fa in casa a Montepaone. L’esame è stato effettuato prima dell’inizio dell’autopsia, che è in corso nel Policlinico Universitario di Catanzaro. Stamane il sostituto procuratore di Catanzaro Alessandro Prontera ha affidato l’incarico collegiale a medici Giulio Di Mizio, Isabella Aquila e Santo Lio. Gli esiti dell’esame autoptico sono ritenuti fondamentali per le indagini in modo particolare perché dovrà accertare se la neonata è nata viva o morta. L’autopsia, secondo quanto si prevede, finirà in tarda serata. I primi esiti saranno comunicati tempestivamente agli inquirenti, mentre la consulenza completa sarà depositata entro sessanta giorni. Al momento la madre della bambina, che è ricoverata nell’ ospedale di Soverato, è indagata per il reato di occultamento di cadavere. La donna è giunta in ospedale per un malore ed i medici hanno scoperto che aveva appena partorito. Successivamente sono stati allertati i carabinieri che, nell’abitazione a Montepaone, hanno trovato il cadavere della neonata in una valigia nascosta in un armadio.