Cultura & Spettacolo

Nessun rimpianto, la storia di Rosetta Aucello da leggere tutta d’un fiato

E’ una storia assolutamente emozionante quella di Rosetta Aucello, raccontata da Pino Fabiano con la stessa semplicità con cui ha vissuto lei, nella lotta continua contro il sistema, contro l’illegalità, la malasanità, contro il potere politico di una baronìa dura a morire nella Messina dei focosi anni ‘70.

Pino fa raccontare la storia di Rosetta a lei stessa, la narrazione dell’intero libro è affidata alla sua voce, alle sue sensazioni. Basta poco per togliersi dalla mente la voce dell’autore e sentire parlare lei mentre con la passione che la contraddistingueva, narra le mille vicissitudini della sua vita. Storie che iniziano in tenera età da una madre snaturata e violenta, poi il passaggio in collegio, le torture psichiatriche, lo sbaraccamento, la violenza di Stato, la malasanità. “Non sono un’intellettuale, sono una comunista, una donna del popolo, libera e che lotta con coraggio, passione, assumendosi le proprie responsabilità al momento necessario”.

Rosetta Aucello era un concentrato di cose andate storte, ma anche un’autentica lottatrice, una che cercava la verità a qualsiasi costo, fino a farla valere nelle aule di tribunale, fino a pagarla sulla propria pelle. Una fedelissima seguace di Ernesto Che Guevara, dei suoi libri e dei suoi racconti ne ha fatto uno stile di vita, del suo esempio di lotta ne ha fatto una ragione imprescindibile di cammino. Una donna che ha preso in mano la sua vita che era ancora bambina e ha ottenuto con le unghie e con i denti quello che in un paese civile è il minimo sindacale di una vita dignitosa e onesta. “Ero Rosa la Rossa, la Passionaria, la Guevariana, un riferimento preciso per quanti rivendicavano diritti”.  Paladina delle battaglie per i più poveri, i disagiati, gli ignoranti, leggere la sua storia è uno sprone per tutti noi, per far valere i nostri diritti e le nostre aspettative in una terra massacrata prima dalle istituzioni e poi dalla cittadinanza menefreghista.

Non più di un paio di ore di lettura che consigliamo vivamente a chiunque abbia voglia di emozionarsi.

Pino Fabiano è nato nel 1965 a Cotronei, scrittore e giornalista freelance. Il libro “ Nessun Rimpianto – Storia di Rosa la Rossa” è edito da Sicilia Punto L, piccola e storica casa editrice di Ragusa. Pubblicato il 2 marzo in pieno lockdown, forse il peggior periodo per la pubblicazione di un libro, perché sono saltate tutte le date delle presentazioni, di conseguenza le vendite. E’ acquistabile al costo di 10.00 euro contattando l’editore alla email info@sicilialibertaria.it  oppure direttamente Pino Fabiano alla email pino.fabiano3@gmail.com e si occuperà di farvene avere una copia. IMPERDIBILE!

Fabrizio Carbone