Cronaca

Crotone, arrestate due persone per la scomparsa di Rosario e Salvatore Manfreda, una persona è ricercata

Rosario e Salvatore Manfreda sarebbero stati uccisi per problemi di confino e questioni eredirarie. I Carabinieri hanno fermato due persone ed una terza è ricercata. Si tratta di Salvatore Emanuel Buonvicino, di 20 anni, e Pietro Lavigna (50). La persona, al momento ricercata è Pasquale Buonvicino (52), padre di Salvatore Emanuel, che si trovava all’estero. È quanto reso noto nel corso di una conferenza stampa svoltasi presso il Comando provinciale dell’arma, alla presenza del Procuratore della Repubblica di Crotone, Giuseppe Capoccia e del Sostituto Procuratore, Alessandro Rho. Sin dal momento della denuncia i militari hanno svolto indagini a tutto campo. Dei due, si persero le tracce lo scorso 21 aprile, giorno di Pasqua, dal momento in cui si recarono presso la loro azienda per accudire il loro bestiame. Quella mattina padre e figlio hanno lasciato l’abitazione di via Mattia Preti, per recarsi nella loro azienda zootecnica, in località “Ponte di ferro”, dove, da quanto è emerso sono arrivati, hanno accudito i loro animali, poi più nulla. Nel corso dei rastrellamenti sul territorio ad opi pressi dell’azienda, erano state trovate tracce di sangue che gli investigatori ritennero potessero appartenere ai due, mentre l’auto sulla quale si erano allontanati era stata trovata bruciata in località “Caravà” di San Mauro Marchesato. Tutti elementi che fecero ritenere che padre e figlio possano essere stati vittime di “lupara bianca”.