Cronaca

Molestava moglie e figli, emesso divieto di avvicinamento per un 53enne cosentino

Continua senza sosta l’attività di contrasto al fenomeno dei reati di cd. “violenza di genere” da parte della Polizia di Stato nella provincia di Cosenza.
Un uomo è stato destinatario di un provvedimento cautelare dall’A.G. per il reato di stalking al termine delle indagini condotte dagli uomini della Questura di Cosenza.
In particolare, ieri, personale della Squadra Mobile della Questura ha eseguito l’ordinanza di applicazione della misura cautelare personale del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima e di comunicazione con la stessa, emessa in data 24 aprile u.s. dal G.I.P. del Tribunale di Cosenza su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di M.P. di anni 53, di Cosenza, ritenuto responsabile del reato di cui all’art. 612 bis (stalking).
La misura cautelare trae origine dalle attività investigative condotte dal personale della Squadra Mobile a seguito della denuncia dell’ex moglie dell’uomo, sporta in Questura nei mesi scorsi.
Più specificamente, veniva accertato che l’uomo, con condotte reiterate nel tempo, minacciava e molestava l’ex moglie e i figli, seguendola di continuo, importunandola e offendendola ripetutamente, cagionandole un perdurante e grave stato di ansia e di paura e un fondato timore per la propria incolumità, costringendola financo ad alterare le proprie abitudini di vita.