Cronaca

Medicina nucleare, positivo l’incontro tra i vertici dell’Asp di Crotone e il Generale Cotticelli

C’è, da parte del Generale Saverio Cotticelli, l’impegno a risolvere in tempi rapidi la vicenda relativa alla sospensione delle attività di Medicina nucleare.
È quanto emerso nel corso dell’incontro che si è svolto nel pomeriggio di ieri, presso la Regione tra il Gen. Cotticelli e la Direzione Strategica dell’ASP di Crotone.
A renderlo noto il Direttore Generale f.f., Dr.ssa Bernardi attraverso una nota in cui si sottolinea che l’incontro è stato voluto dal Gen. Cotticelli per avere informazioni e chiarimenti circa la sospensione delle attività diagnostiche della UOC Medicina Nucleare. Il Direttore Generale f.f., Dr.ssa Bernardi, – si legge ancora nella nota – ha evidenziato al Commissario che la decisione si è resa necessaria per garantire la sicurezza e l’incolumità sia pubblica che degli operatori, in quanto il fisico esperto qualificato ha rilevato, nelle apparecchiature elettromedicali e nei locali del servizio, delle criticità; in conseguenza di ciò è tempestivamente intervenuto il dott. Ciliberto, il quale nella sua qualità di Direttore Dipartimento Servizi Sanitari di Supporto e di Presidente Ordine dei Medici della Provincia di Crotone, ne ha chiesto formalmente la temporanea sospensione.
Valutata la situazione il Commissario ad Acta, Gen. Cotticelli, ha espresso la volontà di risolvere la problematica assicurando la disponibilità del relativo impegno di spesa per l’acquisto della nuova apparecchiatura. Egli ha, altresì, manifestato il suo interessamento circa l’intervento sulla parte strutturale esprimendosi favorevolmente sulla fattibilità del progetto presentato dalla Direzione dell’Asp crotonese.