Attualità

MARE SICURO 2015

Soccorso e assistenza a bagnanti e diportisti, controlli in spiaggia e negli stabilimenti per verificare la corretta utilizzazione del demanio marittimo, protezione dell’ecosistema marino: con l’arrivo dell’estate parte la campagna ‘Mare sicuro’ della Guardia Costiera, che prevede l’impiego dal 22 giugno fino alla fine della stagione di circa 3mila uomini e oltre 300 mezzi navali schierati lungo tutti gli ottomila chilometri di coste. “Il mare – dice il ministro dei trasporti Graziano Delrio presentando l’edizione 2015 assieme al comandante generale della Guardia Costiera Felicio Angrisano – è un bene di tutti e una risorsa per il paese. L’Italia deve investire su questo fronte e garantire più legalità”. Il sistema mare, aggiunge, “è una ricchezza enorme che ha però bisogno di una cura particolare. Milioni di persone ne fanno uso in estate e questo richiede un impegno straordinario per la sicurezza e la prevenzione, che noi faremo con maggiore intensità”. Nonostante l’impegno degli uomini e delle donne delle Capitanerie, sottolinea infatti il ministro, “c’è ancora tanto da fare”, soprattutto per quanto riguarda il rispetto delle regole sulle concessioni demaniali: “chi usa i beni pubblici deve rispettare le regole” dice Delrio assicurando che il Governo “sarà al fianco di tutti i Comuni che vorranno essere aiutati” per evitare che gli accessi alle spiagge vengano chiusi e far sì che vengano rispettati i termini delle concessioni ai gestori degli stabilimenti balneari. Mare sicuro è stata istituita nel 1991 e l’estate scorsa ha visto i mezzi delle Capitanerie soccorrere 828 imbarcazioni e 3.444 persone. Sono stati invece 44.228 i controlli effettuati per verificare che le imbarcazioni avessero le dotazioni di sicurezza e fossero in regola con il codice della navigazione. Per quanto riguarda l’attività di prevenzione in mare e sulle spiagge, la Guardia Costiera ha effettuato nel 2014 141.191 ispezioni e controlli sul demanio, che hanno portato a 400 sequestri e 1.234 denunce. “Il nostro impegno – afferma l’ammiraglio Angrisano – è restituire al cittadino italiano la fruibilità delle spiagge, colpendo chi in maniera arbitraria le ha sottratte al paese. Mare sicuro è un’iniziativa di legalità, che punta a far crescere l’economia e il paese in una cornice di sicurezza della vita e di tutela dell’ambiente”. L’operazione Mare Sicuro è stata presentata anche a Crotone presso la Sala Conferenza della Capitaneria di porto di Crotone la manifestazione ”Mare Sicuro”. Nel corso dell’incontro sono stati illustrati, dal Comandante Antonio Ranieri e dal capitano Ivan Bari, i contenuti, le modalità di svolgimento e gli aspetti operativi dell’Operazione “Mare Sicuro 2015” che vedrà impegnati uomini e mezzi della Capitaneria, sia in mare che a terra, lungo il litorale di giurisdizione. Diversi e di grande interesse saranno gli eventi sportivi, agonistici che nel corso del periodo estivo vedranno impegnati gli uomini della capitaneria di porto durante l’operazione mare sicuro

\n