Cultura & Spettacolo

“Lucio incontra Lucio”, emozioni in musica all’Apollo con Sebastiano Somma

È un incontro di anime quello che si registra in palcoscenico ogni qualvolta si apre il sipario sullo spettacolo “Lucio incontra Lucio”, scritto da Liberato Santarpino.
In scena i racconti di vita, relativi ad un Lucio Dalla, giovane inesperto, ma con tanta voglia di fare, alternati alla vita di un Lucio Battisti, che aveva sempre quella voglia di mettersi in gioco, accettando critiche e rifiuti.
Protagonista e regista dello spettacolo Sebastiano Somma, accompagnato dal Martucci Vocal Ensamble e dal quintetto jazz capitanato da Sandro Deidda al sax e Guglielmo Guglielmi al pianoforte.
“Quest’incontro, tra Lucio Dalla e Lucio Battisti, – sostiene Sebastiano Somma – in realtà non c’è mai stato, o almeno mai i due hanno deciso di collaborare, quindi abbiamo provato ad immaginare questo incontro tra questi due giganti e tra i tanti poeti che hanno contribuito alla stesura della musica e dei testi delle loro canzoni. Le cose che accomunano questi due giganti sono la ricerca, la voglia di migliorarsi e mettersi in discussione, la ricerca continua del confronto, entrambi amavano la gente, amavano l’umanità”.
Lo spettacolo inserito nel cartellone della XIX edizione del Festival dell’Aurora “Mediterranean without frontiers” organizzato da Fondazione Odyssea e da Fabbrica delle Arti, ha fatto registrare la presenza di un pubblico numeroso, incantato dalla magia creata dalla voce di Somma accompagnata dagli arrangiamenti dei maestri Deidda e Guglielmini. Da Piazza Grande ad Emozioni, da 4 Marzo 1943 ad Il Mio Canto Libero, da Futura a Con Il Nastro Rosa, i brani cantati, hanno conquistato il pubblico, che dopo ogni pezzo, reagiva con un lungo applauso. Lo spettacolo durato quasi due ore, ha regalato grandi emozioni, che potevano offrire solo pezzi immortali come quelli di Battisti e Dalla.
Splendida l’esibizione di “Era de Maggio”, un meraviglioso omaggio che Sebastiano Somma, ha regalato al pubblico, a dimostrazione, di come i grandi pezzi del passato abbiano coinvolto ed ispirato emotivamente i due cantautori, nel corso della loro carriera.
Tre i fuori programma concessi al termine dello spettacolo, E penso a Te, Attenti al Lupo e Acqua Azzurra Acqua Chiara, pezzi, molto apprezzati da tutti i presenti che si sono lasciati trasportare dall’emozione e dal ritmo di brani che fanno parte della storia musicale italiana.

Articoli correlati