Attualità

Libera Crotone, ” non lasciamo soli il sindaco e tutti i cittadini onesti di Roccabernarda”

Roccabernarda: dopo una serie di atti criminosi ai danni della comunità perpetrati negli
ultimi 2 anni, il giorno di Pasqua nuovo episodio di intimidazione al sindaco.
Non ci piace esprimere solidarietà con i comunicati stampa. Troppo facile. Troppo spesso
ci si ferma a un telegramma o ad un comunicato stampa. Invece serve corresponsabilità.
Non basta stare accanto, ma bisogna stare insieme.
Ed è insieme ai tanti rocchisani che hanno partecipato alla manifestazione silenziosa di
domenica sera che vogliamo idealmente stare, condividendo in tutto la bellissima lettera
del prof. Piro che nell’invitare tutti i suoi concittadini a decidere da che parte stare,
sottolinea con forza che “il vile gesto compiuto sull’auto del primo cittadino non deve
essere interpretato come un’azione rivolta al singolo, ma come un gesto indirizzato alle
istanze di liberazione di tutta la comunità nonché come una minaccia al futuro dei nostri
figli”.
Chiediamo, perciò, alle Forze dell’Ordine, alla Magistratura ed alle Istituzioni tutte che
continuino a tenera alta l’attenzione su questa comunità non lasciando soli il sindaco, la
giunta, il consiglio comunale e tutti i cittadini onesti che costituiscono la grandissima
maggioranza degli abitanti di Roccabernarda.