Attualità

Legalità e Lavoro al centro del Congresso regionale dei Consulenti del lavoro

Da poco concluso il LABOR 2016 e il III Congresso Regionale dei Consulenti del Lavoro della Calabria organizzato dall’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Reggio Calabria tra le più suggestive location della città, si è incentrato su tematiche cruciali quali Legalità e Lavoro, crisi e sviluppo attraverso l’avvio di dibattiti riguardanti le problematiche ostative al rilancio imprenditoriale per così tracciarne possibili soluzioni e ambiti d’intervento.
La manifestazione,  sostiene Arianna Tursilli Presidente AGCDL di Crotone, ha toccato vertici di notevole impatto emozionale grazie, anche, alla testimonianza dell’ex sindaco di Rizziconi, indicato dal Procuratore capo di Reggio Calabria Cafiero de Raho come modello per rivoluzionare il nostro territorio, giacché, “accanto agli arresti ed al lavoro della magistratura bisogna indicare ai propri figli la strada da seguire”.
Sulla scia della legalità e promozione del territorio è stato firmato il protocollo d’intesa tra la Confcommercio RC e l’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Reggio Calabria per supportare il sistema imprenditoriale e garantire maggiore efficienza al mercato del lavoro attraverso un’azione di contrasto al lavoro sommerso.
Il Congresso, prosegue, sostiene Arianna Tursilli Presidente AGCDL di Crotone, ha visto il fervente susseguirsi di preziosi interventi di stampo specialistico, in ottica di ben costruire il futuro della professione, la Presidente Consiglio Nazionale dell’Ordine CDL Marina Calderone, ha indicato come percorso virtuoso il passaggio dalle politiche passive alle politiche attive. “Noi Consulenti del Lavoro facciamo leva sul valore delle competenze professionali e sull’utilizzo delle consulenze strategiche per svolgere un ruolo sempre più forte sul territorio” dichiara Rosario Logozzo, Consigliere CPO Reggio Calabria; “Per crescere bisogna costruire”, focalizza Giuseppe Buscema Presidente Ordine CDL Catanzaro e per farlo sapientemente bisogna incentrarsi sul risultato attuando interventi mirati alla prestazione lavorativa. Fabiola Via, Presidente Ordine CDL Cosenza sostiene la necessità del “Partire dalle regole, dalla legalità” ed incrementare i percorsi dell’alternanza Scuola-Lavoro. Giuseppe Tropiano, Presidente Ordine CDL Crotone, insiste sulla centralità di agevolare i giovani con interventi sempre più funzionali. Cardine della nostra Costituzione e anche della “dignità dell’uomo è il lavoro”, ha asserito Flaviana Tuzzo Presidente Ordine CDL Reggio Calabria, “svolgeremo il ruolo sociale che ci hanno affidato”.
I Giovani Consulenti del Lavoro presenti ai lavori hanno concorso a rendere fecondo il III Congresso Regionale; Pietro Latella, Presidente ANGCD, ha posto al centro della crescita ed del rilancio del territorio l’azione dei giovani, chiamati ad operare in sinergia e mettere il loro contributo soprattutto dopo il bilancio positivo ad un anno dalla creazione da parte dell’Associazione dello Sportello di orientamento presso l’Università di Messina. Roberto Garritano, Presidente AGCDL Cosenza, ha posto l’accento sugli strumenti più vicini alle esigenze aziendali Fare Welfare e Contrattazione II livello per così poter rilanciare l’economia in modo sostenibile e se è vero che “per mancanza di spazio sono stati costruiti i grattacieli” allora è necessario “fare bene oggi per ottenere ottimi risultati domani”- Caterina Brianti Presidente AGCDL Reggio Calabria. I giovani d’oggi ed il lavoro di domani in ottica complessiva, senza tralasciare né “oneri necessari al ruolo del Consulente del Lavoro sulla Sicurezza sul lavoro, né le possibili opportunità professionali che dalla normativa ne conseguono” –così conclude Manuel Marini Presidente AGCDL Chieti.
La crescita passa dal lavoro ed i Consulenti del Lavoro svolgono un ruolo cruciale tra il privato e le istituzioni, a cui viene chiesta chiarezza ed esemplificazione burocratica. Questo quanto emerso dalle esperienze imprenditoriali messe a confronto durante le giornate del Labor. Carmelo Basile, Fattorie della Piana e Filippo Callipo identificano come problema “la mafia con la penna”, “si può lavorare basta non seguire strade contorte solo per produrre utili. Gli utili devono venire dal prodotto”.
Rispetto alle tematiche su esposte, conclude, Arianna Tursilli Presidente AGCDL di Crotone,hanno contribuito con i loro interventi altri relatori di fama nazionale quali l’On. le Cesare Damiano, il Vicepresidente della Camera dei Deputati On. le Simone Baldelli, il dott. Paolo Pennesi, Direttore Generale per l’Agenzia delle Ispezioni del Lavoro, nonché́ i massimi rappresentanti della nostra categoria dei Consulenti del Lavoro quali il dott. Rosario De Luca, Presidente della Fondazione Studi del Consiglio Nazionale dell’Ordine, il dott. Alessandro Visparelli, presidente dell’Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza dei Consulenti del Lavoro, il dott. Matteo Robustelli, Presidente della Fondazione UNIVERSO LAVORO, il dott. Mauro Capitanio, Presidente della Fondazione Consulenti per il Lavoro, gli esperti della Fondazione Studi, come i colleghi Enzo De Fusco, Pasquale Staropoli, Sergio Stelitano, nonché́ il Consigliere Nazionale Francesco Duraccio.